Le Mie Ricette

Ricettario Forno Alogeno/Termoventilato

I cibi che possono prepararsi nel fornetto alogeno/termoventilato sono pressocché identici a quelli che possono realizzarsi in un forno normale: non c’è bisogno di ricette particolari nè di pentolame apposito.
E’ solo un problema di quantità necessariamente ridotte perché le teglie possono essere al max di 24 cm di diametro, per il resto come un forno normale, anche se la cottura ventilata tende a seccare un po’ di più gli alimenti.

Comunque in questo post allego qualche ricetta per trovare un po’ di spunti e per prendere dimestichezza con il vostro nuovo elettrodomestico!

Clicca sulle immagini per ingrandire la ricetta.

Tabella tempi di cottura

tabella tempi di cottura forno alogeno/termoventilato

Merluzzo impanato

Merluzzo impanato (forno alogeno/termoventilato) merluzzo - preparazione  

Pasticcio di maccheroni                                        Torta di mele

pasticcio di maccheroni forno alogeno/termoventilato           torta di mele forno alogeno/termoventilato

Trovi altre ricette su giallozafferano: http://giallozafferano.dmail.it/images/dml/pdf/ricettario-cuocinella.pdf?PHPSESSID=2e28faa593c5b9d9e76b2371e8eda078

Ricette e Suggerimenti per la cottura segnalate nei commenti:

Contorno di melanzane e zucchine di Cle

Suggerimento per come cuocere una torta di Pina

Suggerimenti per la cottura del pane di Pina

Melanzane gratinate di Pina

 Millefoglie di pane carasau con zucchine, pomodori e formaggio inserita da Cle

Pollo con le patate di Cle

Annunci

45 thoughts on “Ricettario Forno Alogeno/Termoventilato

  1. Beh.. più che altro sotituisce il forno (per piccole porzioni) e può sostituire il microonde per quelle operazioni per cui accendere un forno normale sarebbe sprecato (es. scongelare, riscaldare poche porzioni).
    I tempi di cottura rispetto ad un forno normale sono un pochino più brevi date le ridotte dimensioni e del forno e delle porzioni.
    Credo cmq per lo scongelamento e il riscaldamento delle vivande la via più breve resti il microonde (che cmq non possiedo!!!).
    In una famiglia con più di due tre persone il fornetto alogeno o termoventilato credo sia un elettrodomestico superfluo, destinato ad essere utilizzato rare volte, diversamente dal più versatile micro. Può andare bene invece per single o famiglie “ridotte”, o per studenti fuori sede… Probabilmente però un fornetto elettrico ventilato potrebbe fare le stesse cose (se non di più: es. tostare il pane!!)
    Comunque ti invito a leggere anche questo post e relativi commenti https://messagginbottiglia.wordpress.com/2009/09/03/forno-alogeno-lets-try/

  2. vorrei ricevere altre ricette e modalità di utilizzo del forno alogeno. non ho ancora capito se c’è bisogno di pentole particolari, come nel forno a microonde grazie di tutto

  3. Beh… altre ricette non ne ho, quelle su giallozafferano magari vengono aggiornate con più frequenza.

    Cmq non è che ci sia bisogno di ricette particolari nè di pentolame apposito: tutto quello che va nel forno normale va anche nel fornetto alogeno (acciaio, alluminio, ceramiche da forno, plexiglass)…
    l’unica accortezza è quella di non bagnare il coppone/forno quando è ancora caldo, perché essendo di plexiglass si fratumerebbe come ogni altro recipiente da forno in vetro o ceramica.

    Poi per il resto è solo un problema di quantità necessariamente ridotte perché le teglie possono essere al max di 24 cm di diametro, per il resto come un forno normale, anche se la cottura (a causa del ventilato) secca un po’ di più gli alimenti.
    Ma basta aggiungere un fondino di acqua sul fondo del coppone A FORNO FREDDO prima dell’inizio della cottura, in modo da aumentare l’umidità interna.

    Spero di esserti stata utile. Per mmaggiori info prova a leggere il post correlato
    https://messagginbottiglia.wordpress.com/2009/09/03/forno-alogeno-lets-try/
    Ciao

  4. carissime ho fatto la cena per 6 persone nel mio fornetto alogeno ventilato utilizzando la prolunga in acciaio e dopo questa ho eliminato definitivamente il forno tradizionale , mentre ho tenuto il microonde.
    Ho fatto anche una torta allo yogurt per 6 persone sempre usando la prolunga e coprendo la teglia con un coperchio di silicone trasparente per evitare che si bruciasse sopra prima che fosse ben cotta dentro …risultato spettacolare .
    ciao Pina

    1. Ciao a tutte, ho provato a cucinare la torta allo yogurt e dopo 45′ a 160° la torta era cruda e bruciacchiata!!! qualcuna di voi sa indicarmi i tempi giusti?

    2. ciao, ho appena comperato il fornetto alogeno e sto facendo qualche esperimento. Scusa la domanda, che cos’è la prolunga in acciaio o meglio, a cosa serve?
      Grazie

    3. Ciao e grazie del commento. é un anello in acciaio del diametro della ciotola in pyrex, fornito con alcuni modelli. Serve ad aumentare l’altezza e quindi il volume del fornetto, per cuocere più roba.

  5. Pina, come sempre preziosossima! Grazie!
    vorrà dire che posizionerò il fornetto alogeno in uno sapzio meno impervio da raggiungere per averlo sempre a portata di mano, come la macchina del pane! 😉

  6. Ricettina inventata oggi:
    Contorno di melanzane e zucchine (cottura in forno alogeno)
    Ingredienti per 4 persone
    1 grossa melanzana
    4 zucchine lunghe
    qualche pomodorino
    mollica di pane non fresco (ma cmq non ancora duro)
    olio (6/8 cucchiai)
    capperi sotto sale
    basilico
    prezzemolo
    sale
    uno spicchietto di aglio in camicia
    volendo delle acciughe

    Tagliare le verdure a tocchetti e sistemarle in una teglia coperta con carta da forno e ungerle con due cucchiai di olio. + una manciatina di sale grosso e l’aglio.
    in una ciotolina sbriciolare la mollica del pane (tre fette spesse) unire l’olio restante e il trito di erbe aromatiche e capperi.
    spargere il pane sulle verdure e dare una mescolatina (se vi piace particolarmente l’aglio, potete tritarlo insieme al resto 😉 )
    a piacere aggiungere delle acciughe o delle olive nere (ma solo se “paesane” quelle da supermercato guastano tutto!!!)
    cuocere per 20 min a 180° avendo cura di smuovere un po’ le verdure a metà cottura per parle cuocere uniformemente.

    Gustosissimo
    sopratutto se lasciate che le zucchine rimangano croccanti.

  7. Oggi proverò a fare con il fornetto alogeno questa ricetta
    Millefoglie di pane carasau con zucchine, pomodori e formaggio
    La potete trovare qui
    http://muffinscookiesealtripasticci.blogspot.com/2010/06/millefoglie-di-carasau-con-zucchine.html
    Dovendone fare 1 o 2 porzioni accendere e scaldare il forno grande sarà del tutto sprecato!
    A dopo per aggiornamenti circa le quantità che ho usato!
    Baci!

    Edit:
    ma che buona èèèèèèèè???!!!!!
    Allora per la cottura nel forno alogeno consiglio di schizzare con le dita un po’ di acqua su ogni strato di pane (come si dice dalle mie parti: “qualche ‘nsidda!”) specie se come me siete a dieta ed avete una quantità precisa di “ingredienti” da utilizzare. In caso contrario abbondate pure di pomodori e formaggio!!!

    Davvero davvero ottima
    Per due porzioni ho usato:
    100g pane carasau
    150g zucchine
    150g pomodorini
    2 cucchiai di olio (il fondo della teglia l’ho bagnato con il liquido di condimento dei pomodori)
    120g provolone dolce
    basilico e origano a volontà!

    Squisita! e sazia parecchio!

    07/10/2010
    ho provato a fare la millefoglie oggi con
    mozzarella
    zucchine
    peperoni
    wurstel e un po’ di tonno (ho svuotato il frigo delle rimanenze in pratica)
    prezzemolo
    SUBLIME!

  8. Dati due tentativi non riusciti
    sconsiglio l’utilizzo di stampi in silicone per la cottura dei dolci nel fornetto alogeno/termoventilato.
    I dolci rimangono troppo umidi sulla base (anche senza imburrarli; con o senza foglio di carta da forno protettivo sulla superficie)
    OK per ceramica da forno, alluminio usa e getta, acciaio, antiaderenti…
    ma il silicone due volte su due ha avuto una cattiva riuscita!

  9. Ho preso nota della ricetta, visto che mia figlia è con me anche domani e martedì visto che c’è il controllo in ospedale, la faccio domani sera mi hai dato un’idea ghiotta e sfiziosa, grazieeeee!!!! 🙂

  10. Sono il marito di Monica devo dire che ero in pò scettico quando ha comprato il f.a. Ma dopo questa sera che mi ha fatto il mille foglie con il pane carasau devo complimentarmi con tutte voi !! Continuate a mettere ricette apetitose gusterò con piacere ogni boccone!

  11. Buonasera a tutte : )
    Da oggi ho un forno alogeno anch’io!!! Peccato che non mi si cuoccia una torta con pasta brise’… ci ho provato con teglia di vetro, di ceranica, con la carta da forno, con l’alluminio.
    Le istruzioni dicono di mettere la griglia bassa… ma diavolo e sono a fuori due. Mai bruciate due cose uguali di seguito : (
    Avete qualche idea in piu’?

    1. Ciao Anna,
      funziona come un normale forno sia per i cibi che puoi cuocerci dentro, sia per i materiali delle teglie che puoi mettere dentro.
      Che la spia si spenga è normale: come in un forno normale (o come un ferro da stiro):quando la spia è spenta vuol dire che è arrivato alla temperatura impostata (es. 180°), se si “riaccende” vuol dire che la temperatura è un po’ calata e che sta riscaldandosi di nuovo.

  12. ciao a tutte mi chiamo alberto ho un fornetto alogeno da poco.Ho fatto qualche prova con il 3d.Mi associo a chi ha trovato una certa difficolta’ nel cuocere la base di dolci e focacce.Ho provato a trovare delle distanze intermedie tra la griglia alta e quella bassa.Ritengo che i risultati migliori per cotture tradizionali si ottega sollevando la griglia inferiore di circa 4cm. prolungando i tempi di cottura e diminuend0 di circa il10% la temperatura.Per otenere la cottura del fondo il trucco e’ quello di trovare delle pentole dal fondo nero possibilmente inaderenti il piu’ possibile leggere queste trasmettono il calore molto velocemente al cibo.anche il gress porcellanato e’ un otimo conduttore,meno il vetro.Ho usato anche casseruole di circa 29cm.e h5,5 sollevate dal fondo 8cm con buona conducibilita’ di calore con risultati accettabili per focacce.
    ciao
    a.f

  13. Ciao mi piacerebbe poter dare delle indicazioni piu’ precise sui materiali ma so di non poter citare le marche e questo mi limita .ci sono dei siti come ad esempio quello di una famosissima casa francese che inizia per P…..Nota da decenni per la costruzione di attrezzatura da forno in vetro,che nel suo catalogo ha prodotti in vetroceramica ed in gress diversificati per usi e forme,leggere attentamente le specifiche e confrantarle con quelle delle stoviglie in silicone cosi’ facendo si puo comprendere meglio quali sono quelle piu’ indicate per il forno in questione.ciao

    1. Perché non potyresti fare nomi?
      non siamo mica in TV? non mi risulta che su un blog o nei commenti non si possano citare delle marche… finché non si tratta di Spam che male c’è?

  14. ciao cle
    ti scrivo perche’ l’amore per il power wave e’ finito miseramente sconfitto dalla costatazione che quando si abbandonano le marche note si prendono i soliti rischi.
    Circa un mese fa mi e’ rimasto in mano il manettino di plastica del timer,ho chiamato l’assistenza e non entrando nemmeno nel merito della garanzia ho chiesto di poterne acquistare uno.Sono stato sottoposto ad un iterrogatorio

    1. tipo digos,regolarmente registrato dai signori in questione,che e’ addirittura terminato da parte loro con una poco signorile sbattuta giu’ del telefono.E’ seguita da parte mia una mail,non avuto risposta.Il tutto per un pezzo che normalmente in una cucina a gas costa pochi euro.La cosa mi ha cosi’ seccato che ho riposto il tutto nel suo imballo e sono tornato ai vecchi amori lo sfornatutto DeLOnghi.
      Ciao

  15. ho comprato stamattina un forno alogeno volevo fare come prima prova la cottura a vapore dei broccoli baresi ho messo un po d’acqua sul fondo del calderone poi ho messo le verdure sulla griglia bassa ma dopo 20 minuti sopra i broccoli erano arrostiti sotto umidi ma crudi forse ho sbagliato la temperatura? sul manuale non mi dice ne i tempi e ne le temperature delle verdure a vapore insomma lesse spero in una vostra risposta mi sembra che ho comprato una sola grazie

    1. Non l’ho mai usato per cuocere al vapore, cmq il consiglio che ti posso dare è di abbassare la temperatura a 120/150 gradi e coprire con la stagnola le verdure, altrimenti è normale che si arrostiscano in superficie. Anche quando si cuociono al vapore in padella occorre coprirle per non perdere il vapore e non farle seccare.

  16. sei l’unica che ne parla….
    che differenza c’è tra cottura ad aria calda tipo airflyer e un fornetto alogeno ? sono la stessa cosa? si può cucinare anche al vapore?

    1. Onestamente non lo uso più da anni. Per cucinare al vapore dovresti mettere dell’acqua sul fondo e i cibi sulla griglia. Non so dirti però nulla sull’altra domanda che mi hai fatto, mi spiace

  17. Ciao scusate io ho un forno con lampada alogena ma noto che ogni volta che c c cucino qcsa m s forma sempre un laghetto d acqua sotto nel fondo della coppa d vetro e m rebdo conto cbe non m cuoce cm vorrei i cibi me li ladvia sempre umidi sebbene li metto dulla griglia piu in alto. Che significa? Grazie

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...