Caro Diario

Adesso il quadro è più chiaro…

Beh…
adesso almeno il quadro è più chiaro, molto più chiaro…
Ho chiesto “spiegazioni” al mio Amore circa la reale “data” della fine della sua storia, perché ricostruendo il puzzle frammento dopo frammento emerge che “cinque mesi” son passati ORA e non a dicembre (quando ci siamo conosciuti) dalla rottura con “Ramona” (la chiamo così per onorare Giuseppe Giacobazzi di cui lunedì scorso ho visto lo spettacolo ed è veramente esilarante: da crisi respiratoria spastica acuta!).
Quando ci siamo conosciuti e successivamente messi insieme, non erano passati più di tre mesi dal giorno in cui non coabitavano più… certo mi si può dire che la sostanza era morta chissà da quanto, che era una pura formalità dirsi “cara non stiamo più insieme da adesso…3, 2, 1, via!”.
Però…
tutto mi si può dire meno che io non sia una persona che sa mettersi nei panni degli altri. Sono molto comprensiva, ho il grande pregio di riuscire a guardare le faccende da una prospettiva diversa dalla mia. Questo è un mio grande pregio e me ne vanto a ragione.
Sfido qualsiasi ex ragazza a non restare un attimino interdetta a vedere il suo ex tra le braccia di un’altra (o altro…) dopo pochissimo tempo.
E’ una cosa che “brucia” dopo storie di appena un mese figuriamoci se di anni…
Ora… se qualcuno mi raccontasse una roba del genere il commento che mi uscirebbe in meno di una frazionissima di secondo sarebbe: “Eh si! Grazie al cazzo: si conoscevano da prima!”.
Ebbene se questa è la regola, la mia storia è l’eccezione che la conferma.
Se questa, invece, non è la regola sono contenta che la mia storia mi abbia fatto capire quanto fossi in errore su questi aspetti delle dinamiche affettive.
Io non sono capace di uscire ed entrare da una storia all’altra con facilità.
Probabilmente non mi è semplicemente capitato nulla di simile prima d’ora… Non capisco come possa succedere, ma non mi lamento certo del fatto che sia successa!
Solo che… si, alcuni atteggiamenti di “Ramona” mi hanno dato al cazzo e sfido chiunque… ma probabilmente anche io non avrei reagito benissimo in una simile circostanza e mi sarebbe potuta balenare l’idea, per screditare il mio ex partner, di insinuare negli amici il dubbio che qualcosa covava sotto la cenere da prima…
Mi sarebbe bollito e ribollito il sangue, avrei avuto parole al vetriolo da vendere, cerbottane da riempire con puntine avvelenate pronte a colpirti al collo, appostamenti per osservare la “nuova tipa”, sarei arrivata anche a diventarle “amica” per capirci qualcosa di più…
Non è che sia una persona vendicativa. Assolutamente!
Io agisco solo di istinto, mai a sangue freddo.
Il problema è che resto a ribollire di rabbia per parecchie ore (nell’ordine dei giorni, talvolta settimane) e quindi azioni meramente istintive potrebbero essere confuse con azioni di vendetta e ripicca.
No… non sono io! Non sono una calcolatrice… stento a fare 2+2!
Ma per lo meno adesso alcune cose che sono successe si mostrano per quello che semplicemente sono: comprensive reazioni “umane, troppo umane”!

“Cosa è male? Tutto ciò che deriva dalla debolezza.” (F. Nietzsche, L’Anticristo)

Advertisements

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...