Politica · Rabbia

Lodo Alfano ( e chi ci sta dietro): piccola considerazione!

Forse sarà utile (magari!) una piccola riflessione, che mi viene dal cuore, visto che il semplice citare l’art. 3 della nostra Cosituzione, in cui è sancito l’inviolabile principio di eguaglianza formale e sostanziale, non è sufficiente a convincere i sostenitori del Lodo Alfano della sua incostituzionalità, perché si obietta che come è ingiusto trattare diversamente situazioni uguali, altrettanto ingiusto è trattare ugualmente situazioni diverse. E le quattro più alte ceriche dello Stato costituiranno pure una situzione “diversa” (o “più uguale delle altre”, per dirla alla Orwell).

Ok…

Però… questi quattro signori e i ministri che li accompagnano (perché sfido io a non fare il passo successivo ed estendere quest’ennesima porcata anche a loro) sono presi in considerazione nella Costituzione, per tenerli al riparo di azioni giudiziarie che sanno (realmente) di “persecuzione politica”, limitatamente alle ipotesi in cui commettano (eventuali) reati nell’esercizio delle loro funzioni, fuori da queste ipotesi sono comunissimi cittadini.   C O M U N I S S I M I    C I T T A D I N I.  Non mi vengano a raccontare frottole, la mia intelligenza è già troppo presa in giro da un’attività legislativa usurpata al suo reale titolare: il Parlamento

Peccato, però, che ai ministri sia concesso anche l’Oltraggio all’Inno della Repubblica! Facesse bruciare anche la Bandiera visto che c’è, il senatùr dei miei stivali, anzi, delle mie ciabatte rotte, che con lo Stivale, sto tizio non dovrebbe averci nulla a che fare, se non altro perché egli stesso dimostra di volerne prendere le distanze. E lo accettiamo come ministro… Ma cosa è? una barzelletta?

Io mi sento schifata ad essere italiana con questo governo. Mi fa schifo incontrare uno straniero che abbia dell’Italia l’immagine di chi la rappresenta, che non è quel povero Presidente della Repubblica, purtroppo.

Mi fa schifo vedere quanto siamo vicini più ad al ventennio fascista che ad una Repubblica Democratica fondata sul lavoro.

Purtroppo siamo governati dal Cavaliere Oscuro… e non è quello buono… Eccolo qui insieme al suo fido braccio destro… (non sono brava con i foto montaggi pero tant’è! non ce ne era uno preconfezionato!) Notare la lettere sul petto del finto Robin!

Il cavaliere Oscuro

Advertisements

9 thoughts on “Lodo Alfano ( e chi ci sta dietro): piccola considerazione!

  1. Beh si… in fondo avete ragione entrambi!
    Mi viene in mente una frase di Nietzsche:
    “Maturità dell’uomo: significa ritrovare la serietà che da bambini si metteva nel gioco”.
    Dunque il gioco (il Lego) è una cosa poco o molto seria a seconda del punto di vista!
    Berlusconi riveste un ruolo che dovrebbe essere serio,ma …
    Ed intanto è lì, a capo del governo per davvero…

  2. Beh… Robin in questo caso è Bossi!
    🙂
    notare la lettera sul petto, gli inserti del suo amato foulard padano sui panataloni, nonchè i suoi occhi e la bocca presi dalla foto dove omaggia con il dito medio il nostro inno nazionale…

    Come si dice in chiusura del film, Batman è l’eroe che la città si merita ma non quello di cui ha bisogno.
    Per noi è esattamente il contrario: non dovremmo avere bisogno del Cavaliere, ma a quanto pare ce lo meritiamo (anche se continuo a dire che se lo merita solo chi l’ha votato, io non me lo merito!)

  3. 28/09/2008
    Come Volevasi Dimostrare:
    “Intanto – rivela Liana Milella su Repubblica – il Lodo Alfano ha figliato un pargoletto. Si chiama Lodo Consolo, con l’accento sulla prima “o”, dal nome del senatore avvocato di An, e mira a proteggere non solo le quattro alte cariche dello Stato, ma anche i ministri. I quali potranno delinquere a piacimento,anche quando i loro delitti non c’entrano nulla con le funzioni ministeriali. Per questi ultimi, infatti, già oggi il Tribunale dei ministri, per procedere, necessita del permesso del Parlamento. Con la nuova legge (inserita con corsia preferenziale in commissione Giustizia dall’on. Enrico Costa, figlio del più noto Raffaele, il castiga-Casta), il Parlamento potrà bloccare i processi anche per reati comuni, extrafunzionali, commessi privatamente da chi in quel momento è pure ministro. Il noto giureconsulto Consolo, qualche anno fa, fu inquisito e condannato in tribunale (in appello strappò poi l’assoluzione) per aver spacciato per proprie alcune monografie altrui per incrementare i titoli necessari a ottenere la cattedra di ordinario all’Università di Cagliari.”
    (Fonte: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/ articolo del 27/09/2008)

  4. Tra l’altro scrivi:….. che ai ministri sia concesso anche l’Oltraggio all’Inno della Repubblica! Facesse bruciare anche la Bandiera visto che c’è, il senatùr dei miei stivali ……, sto tizio non dovrebbe averci nulla a che fare, se non altro perché egli stesso dimostra di volerne prendere le distanze. E lo accettiamo come ministro… Ma cosa è? una barzelletta”?

    Ma dove abbiamo vissuto fino ad ora? Han fatto i ministri, primi ministri, segretari di partito, magistrati ecc ecc ommini e ommine che militando osannavano mussolini e financo hitler – necessita fare i nomi di costoro? Mo se lamentamo per Bossi?. Ma davvero abbiamo vissuto su “Marte”!

  5. Ma infatti l’attacco e la critica sono rivolte all’intero governo, tra cui, tra i tanti fenomeni da baraccone, il Senatùr, se non altro perché l’evento dell’oltraggio all’Inno era fresco di cronaca quando scrissi il post!

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...