Rabbia · Religione

Benny 4×4 non smette mai di stupirmi

Per gli omosessuali c’era da aspettarselo che il Vaticano non firmasse la petizione per la depenalizzazione dell’omosessualità… in fondo la Chiesa si è sempre scagliata contro chi fa sesso in generale, figuriamoci contro quelli che lo fanno “contra natura“. Peccato però che un conto è disapprovare, non condividere, non comprendere un certo comportamento altrui, altro è condannare “il diverso” alla lapidazione. Peccato che la Chiesa dall’alto della sua torre d’avorio, avulsa da tutto e da tutti non capisca che dietro il “problema” del fare sesso in un modo che alla Chiesa non piace, c’è tutto un discorso sulla tutela della dignità della persona, della sua libertà e del suo diritto di esprimersi secondo quello che sente e pensa. Ma in fondo nulla di nuovo sotto il cielo, un’ennesima occasione persa dalla Chiesa di mostrarsi meno fondamentalista e sopratutto più coerente con quei valori che essa stessa predica, che sono la tolleranza, l’accolgienza del diverso, la non discriminazione… tutte belle parole con cui riempirsi la bocca e successivamente pulirsi il culo.

Quello che mi ha davvero sorpreso, però, è stato apprendere dai (tele/radio)giornali che il Vaticano ha anche rifiutato la sottoscrizione della Convenzione Onu sui diritti dei disabili.

Eppure la categoria del disabile è una categoria su cui fa leva gran parte della istituzione Chiesa: lo consola, lo accoglie, lo conforta… raccoglie le sue sofferenze, il suo dolore, le sue donazioni votive. La Chiesa gioca molto con il disabile, sia fisico che mentale, lo intorta con le sue storie sul cammino che dio ha pensato per noi, sulla salvezza sicura in Paradiso come contropartita al suo dolore terreno ed alle sue “offerte” al parroco di turno…

Eppure, come il peggiore, il più meschino ed infimo degli avvocati, è riuscita a trovare il cavillo, la virgola che le permettesse di sottrarsi a questo aiuto in più che si poteva loro offrire… Una bella voltata di spalle, un bel mettersi le mani sugli occhi e due banane nelle orecchie per non vedere né sentire le reali e concrete richieste di cui si fanno portatori questi soggetti, che tanta affluenza portano nei più disparati santuari, che tanti soldi portano alla Chiesa. Eccolo lì il cavillo: l’aborto, non è espressamente vietato.
Già… ma non è nemmeno reso obbligatorio. E’ stato semplicemente non escluso come possibilità di scelta. Non è eugenetica (che disapprovo) è lasciare liberi i genitori di operare la loro scelta in modo consapevole e responsabile.

Parlano parlano parlano questi ma… cosa ne sanno loro di cosa significa allevare un bambino disabile, di accudire una persona nata sana e poi diventata disabile, di stare dietro a persone totalmente incapaci di intendere e volere, di pagare milioni in medicinali che la Mutua non passa… cosa ne sanno? cosa ne vogliono sapere? solo perché per tre ore a settimana fanno visita agli ammalati pretendono di poter dare consigli su come gestire la vita familiare e coniugale delle presone. Loro che non hanno nè moglie nè figli (ma non per questo è certo che non scopino) pretendono di essere depositari della verità assoluta in fatto di educazione dei figli (e delle mogli)?

Si dice dalle mie parti: chi non sa comanda.

Advertisements

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...