In giro per il Web · Leggendo il Giornale... · Oscenità · Politica · Rabbia · Religione

Bigotti o eterni lecchini della Santa Sede?

Riporto un articolo pubblicato su “Italia dall’Estero”

Il secondo canale della televisione pubblica italiana, RAI2, ha trasmesso lo scorso lunedì una versione censurata del film Brokeback Mountain. La storia d’amore tra i due cowboy è stata mandata in onda alle 22:45 anziché alle 21:00 perché si tratta di un film adatto ad un pubblico di maggiori di 14 anni, però è stata trasmessa una versione che tagliava le scene più esplicite. Tra queste, è stata eliminata la sequenza dell’incontro sessuale nella tenda da campeggio. “Vedere il film con quei tagli è come vedere la Gioconda senza la testa”, ha detto Luxuria, la transessuale più famosa d’Italia ed icona del movimento gay.

Le associazioni di omosessuali hanno denunciato la censura in “stile oscurantista anni cinquanta” ed hanno reclamato responsabilità alla RAI, chiedendo che si dissolva il clima di “omofobia crescente”. RAI 2, controllata politicamente dalla Lega Nord, ha spiegato in una nota che si è trattato di un “errore” poiché aveva incaricato alla casa distributrice una copia con visto censura che fosse adatta a tutti i tipi di pubblico “per una eventuale trasmissione senza restrizioni di orario”.

La RAI riconosce di non avere verificato la versione trasmessa in antenna ed ha pensato “che fosse l’originale”. Il direttore di RAI 2, Antonio Marano, si è impegnato a ritrasmettere il film senza tagli. La pellicola ha ricevuto il Leone d’Oro al Festival di Venezia 2005, tre premi Oscar e quattro Golden Globe.

Persino il centro destra ha reagito. Benedetto della Vedova, deputato del Popolo della Libertà, non capisce perché la RAI censuri scene analoghe a quelle che contengono la maggior parte dei film trasmessi nella stessa fascia oraria. “Se la censura si applica non per il contenuto duro delle scene ma per la naturalezza omosessuale della relazione, considerata pornografia di per sé, si passa dal grottesco all’accanimento discriminante”.

La associazione dei consumatori ADUC ha chiesto ai cittadini “indignati” di non pagare il canone RAI, la tassa di 106 euro che spetta ai proprietari di un apparecchio televisivo.

Fonte: http://italiadallestero.info/archives/2365

Meno male che quella sera mi sono addormentata così non ho avuto la possibilità di vedere il film mutilato… Aspetto la prossima proiezione, magari in prima serata che tanto di film con il bollinno rosso ne stanno a bizzeffe alle 21:30!
Comunque… a proposito di tagli… copia e incolla…

6 thoughts on “Bigotti o eterni lecchini della Santa Sede?

  1. i chiedo perchè mai la rai manda in onda questi film per poi mutilarli
    visto che i canali non mancano facciano pure una bella visione di paperino e paperina loro
    e lascino a chi ha meno “proibizionismo o falso pudore” la possibilità di trasmettere un bel film in forma completa
    è il minimo….
    credo che a sky del vaticano freghi ben poco…

  2. In rrealtà credo che quello che “brucia” a molti è che Ang Lee ha reso la relazione tra i due protagonisti assolutamente priva di sottintesi viziosi.
    è una bellissima storia d’amore in cui il sesso dei protagonisti è assolutamente secondario.
    Proprio questa “normalizzazione” di una relazione omosex (nemmeno Ozpetek riesce a tratteggiarne una senza citare più o meno velatamente le propensioni al “vizio” dei protagonisti) è, a mio parere, il messaggio che molti bigotti trovano devastante.

  3. Il conceto di censua è vario ed eventuale in italia… togliamo i baci gay, ma lasciamo le ragazzine in biancheria intima a sculettare davanti alle telecamere nei programmi pomeridiani…. via l’amore vero gay e ben venca la mercificazione della donna… complimenti per l’ennesima figuraccia internazionale.

  4. Secondo me molti (il 99%) “bigotti” sono omofobi per paura in realtà di SCOPRIRSI OMOSESSUALI, di scoprire che guardare certe coso a loro piaccia.
    Ed è per questo, secondo me, che si censura con più facilità un “casto” bacio gay piuttosto che un nudo volgare di donna, perché che piaccia una donna (semi)nuda è “normale” e “rassicurante”, se invece piace una scena omosex si è omosessuali, perversi… … …
    (è ovvio che mi riferisco qui ad un “pubblico maschile” che è “voieur” per natura).

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...