Caro Diario · Suggerimenti e Consigli

Che piacere, Donato Cavallo!

Mi chiedevo con che tipo di post iniziare il nuovo anno…

Avrei potuto non fare caso al Capodanno appena trascorso e pubblicare un paio di articoli che ho nelle bozze da un po’; avrei potuto fare un post-resoconto dell’anno che è passato ma per questo c’è l’archivio articoli; avrei potuto fare un post_buoni_propositi per l’anno che sarà ma meglio non mettere a parte la gente di ciò che lastrica la mia strada verso l’Inferno, d’altronde molti mattoncini di questa strada sono seriali e comuni a tutti per tutti gli anni: andare in palestra, fare la dieta, impegnarsi di più sul lavoro/a scuola… farmi i fori ai lobi, e perciò il risultato sarebbe stato un post scontato e banale.

Banalità per banalità, mi sono detta, perché non continuare sul filone dei Regali di Natale? Anche per onorare le 764 visite che il post da me dedicato al tema ha conosciuto dal 25 novembre ad oggi (per leggerlo clicca qui).

E così sia! Innanzi tutto grazie a chi questo Natale mi ha pensata! A parte un paio di regali sbagliati e oltretutto irriciclabili (non regalo cose che non mi piacciono per principio) non mi posso lamentare, direi che la mia wishlist è stata rispettata e sopratutto non sono stata destinataria di candele e moppine (ho dovuto cambiare solo un regalo ma per questioni di forza maggiore, mi stava male addosso e non mi andava di dover seppellire nel cassetto proprio uno dei regali della mia amata dolce metà!).

La perfezione tuttavia, si sa, non è di questo mondo, perciò la persona che ti arriva con un oggetto appartenente alla categoria “Commerciabili solo a Natale” c’è sempre! La persona che ti porge il suo pacchetto, spesso fatto a casa e fatto male, corredato dalla frase “E’ solo un pensierino” arriverà puntuale come l’herpess il giorno del tuo matrimonio! E va bene, apriamolo, visioniamolo sto pensierino… Che beeeelloo! Cavolo grazie, grazie di farmi capire che quando pensi a me ti viene in mente la merda, grazie! Speriamo che l’anno prossimo non mi pensi, così ci rimango meno male… Pensa a qualcun altro, o rifugiati dietro la banale ma sempre azzeccata confezione  di Ferrero Rocher, mi sentirei pensata meglio, sarebbe un regalo per me azzeccatissimo e si risparmierebbe tempo, denaro e bile!

Lo so, lo so che Donato Cavallo non lo guarda in bocca nemmeno il suo dentista, ma un regalo sbagliato è sintomo, secondo me, di scarsa attenzione, poca inventiva e sopratutto disinteresse di fondo per la persona che ‘sto regalo di merda dovrà riceverlo. Non per niente, io sono una persona che i regali “li onora”, mi piace indossarli subito, mostrare a chi me li ha donati che li utilizzo spesso e con piacere, ma proprio non ce la farei ad indossare un maglione con le renne, una sciarpa color pipì di gatto, lo scalda orecchie di peluches leopardato… ad usare la penna con i campanellini e le tortorelle, la lampada da tavolo che fa più buio che luce, la pantofola che suona Jingle Bells ad ogni passo, il libro “Mille modi per usare le zucchine in cucina”. Io conosco solo un modo per utilizzare la zucchina: sbattuta contro il muro.

* Alcune frasi le ho prese in prestito dalla Littizzetto: riassumevano tremendamente bene il mio stesso pensiero.

5 thoughts on “Che piacere, Donato Cavallo!

  1. Dunque, io quest’anno ho ricevuto pochi regali e anche abbastanza utilizzabili. L’unica ciofeca è stato il primo regalo di Natale di quest’anno: me l’ha consegnato una mia amica qualche giorno dopo il mio compleanno (a novembre). Io ovviamente l’ho aperto e le ho subito mandato un SMS per ringraziarla, nonostante fosse un minuscolo portacandela da cinesi, inutile e nemmeno troppo bello. Comunque, pazienza.
    Cosa mi dice, lei? “Ah, ma era per Natale, l’hai già aperto?”.
    E io ho risposto gentilmente anche se mi sarebbe piaciuto urlarle “Ma come faccio a capire che è per Natale se me lo dai un mese prima, guardacaso intorno al mio compleanno?!?!?”
    Va be’. Allora ho fatto un cambio: io le avevo già comprato il regalo per Natale, ed era un bell’anellino in argento con cristalli. Ovviamente ho comprato subito un altro regalo del valore di ben CINQUE euro e mi son tenuta l’anello.
    No, perché va bene il pensierino, ma essere coglione, no!
    🙂

  2. Hai fatto bene e sei stata fortunata a poter “giocare d’anticipo” conoscendo le “carte dell’altra”.
    La cosa che possiamo dedurre da questo Natale è che mettere sul Blog un post contenente le specie di regali che non si vogliono ricevere aiuta, pur non estirpando del tutto il problema! 😀

  3. UAHUAHUAH!!!! Sei il mio mito!!!
    Io ricordo il momento in cui con ‘immensa Cioia’ mi lasciai scivolare dalle mani la boccia in vetro appena ricevuta in regalo, contenente uno scagazzoso pot pourri a base di petali di rosa e finta corteccia di legno rigorosamente sintetici sui quali avrei dovuto nebulizzare la fialetta di essenza contenuta nella confezione.
    Si è spatasciato tutto a terra e ne ho avuto per una settimana a raccogliere infinitesimali schegge, ma sai che soddisfazione??? 😀

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...