Cinema e Film

Inkheart (un film sconsigliato)

 Un film girato discertamente ma la cui sceneggiatura fa davvero cagare!!!

Il protagonista, reduce dalla lotta contro l’ennesima Mummia, è Morthimer, detto Lingua di Fata perché ha un dono (no! non è quello di avere degli spettacolari rapporti orali): rende reale ogni storia che egli legga ad alta voce… Si capisce bene che spesso questo può comportare una grossa fortuna (basterebbe leggere ad alta voce qualsiasi passo di un libro in cui si descriva un tesoro o anche un portafoglio pieno di soldi) ovvero una grande sciagura se malauguratamente si leggesse di mostri, catastrofi, cataclismi e chi più ne ha più ne metta.

Ora… bella l’idea di partenza, peccato però che il risvolto naturale, immediatamente immaginabile e più che scontato arrivi non dopo i primi 10 minuti del film (che sarebbe stata la durata ideale, avrebbero fatto bene a produrre un cortometraggio) ma alla fine, dopo due ore di banalità su banalità!
Vi chiedo: se voi aveste il dono di tramutare in realtà qualsiasi testo scritto, se aveste voglia o necessità di far apparire o scomparire qualcosa nella vostra vita cosa fareste in mancanza di un testo (conosciuto o meno)?          Lo scrivereste!!!      Semplice, semplicissimo! Anche il più pigro dei dislessici sarebbe arrivato a tale soluzione ingaggiando uno scribacchino da quattro soldi. E invece no! E’ solo alla fine che a qualcuno viene l’idea di scrivere una storia dove tutti i cattivi di turno scompaiano e, diciamola tutta, il volgere della storia è pure poco piacevole, sterile e noioso come la peggiore delle favolette raccontate da un balbuziente.
Ecco! l’unica cosa carina è la presenza di una povera Lingua di Fata balbuziente che fa uscire dai libri personaggi imperfetti (senza voce, deformi, con parti di testo scritte in faccia), ma per il resto… ripeto scene girate bene ma film inconsistente e sopratutto personaggi i-nu-ti-li all’economia della storia (uno fra tutti la prozia collezionista di libri antichi, a che serve? boh?).
Sarebbe potuto essere un film carino se ci fossero stati magari più riferimenti a diverse storie, se ci fossero state più “citazioni”, sembra invece che lo sceneggiatore in tutta la sua vita abbia letto solo Il Mago di Oz, qualche mito greco, Alì Babà e i 40 ladroni, l’Isola del tesoro (in pratica libri che si leggono fino alla terza media massimo) e abbia visto (non letto) Il Signore degli Anelli. Punto.

Ultima schifezza delle schifezze: il titolo stesso! Ora Inkheart è il titolo oltre che del film (che ci sta) anche del libro che la fa da padrone, il libro da cui sono usciti i “cattivi” da combattere. Della trama del libro non si capisce nulla di nulla, ma quel poco che ne vien fuori (letteralmente) nulla ha a che vedere con un presunto cuore di inchiostro (diversamente dalla Lingua di Fata che da vita ai personaggi dello stesso libro).

Piccola nota: il film è stato per lunghe parti (quasi interamente) girato in Italia, in qualche borgo medioevale e in particolare ad Alassio. Però la regia ha fatto un banale (in verità grosso) errore: il caffè! In una scena questa manica di anglofoni prende del caffè d’asporto (ovviamente lungo e non espresso) da un piccolo bar in riva al mare in bicchieri di carta tipici americani… in Italia??? ad Alassio??? Di sicuro le roulotte della produzione avevano portato con sè il loro buon caffè (cough cough) e le loro brave macchinette… ma nei nostri bar quella robaccia non si trova di certo, ed un buon regista lo sa.

In attesa di riuscire a vedere il film per cui ero uscita di casa (Beniamino Bottone) vi saluto!

Annunci

26 thoughts on “Inkheart (un film sconsigliato)

  1. Una persona “molto simpatica” che si è firmato “ma vattene a… … …” ha lasciato questo commento
    Faccio notare che l’ho editato solo nella “firma” perché l’allegro lettore/trice non ha lasciato nè un nome nè un nick, ma solo un insulto e dal momento che in questo blog sono accette le critiche, anche quando poste male come di seguito, ma non gli insulti, rivolti a me o ad altri, lascio il commento ma non transigo sulla “firma”.

    Ma che cazzo vai dire in giro??Intanto non è sconsigliato,ma consigliato veramente a tutti quelli k credono nella magia e credono nelle cose fantastiche,quindi se te ne stai al tuo posto zitta e buona ci fai un piacere a tutti noi.Secondo che non è un bel film lo dici tu perchè non sai apprezzare le piccole e grandi cose che la vita ci può offrire.Forse… e anche senza il forse avrai molti problemi nella tua vita e per questo non sei capace a immaginare…. a fantasticare… Forse da piccola i tuoi genitori non ti hanno mai letto qualche fiaba o storia sui mondi fantastici e sulla magia che circonda questo fottuto mondo pieno di gente come te che la sta mano a mano rovinando solo perchè non riesce a credere nella magia….Ma devi mettertelo in testa…o te lo faccio capire io… Noi… Chi saimo…. Ti sei mai chiesta da dove veniamo?Beh… alcuni dicono che veniamo da Adamo ed Eva… Altri dal Big Bang… Ma nessuna di queste cose è vera… Noi… Siamo magia…. E la magia è noi… è così che funziona… Ti consiglio di spararti un bello strato di fantasia altrimenti come re lingua di fata vedrai che non andrai a finire bene finchè io sarò il re delle lingue di fata ti darò la caccia io insieme alle altre lingue di fata——-Cordiali fantasie

  2. Replicando al “simpaticone arteriosclerotico” di cui sopra:
    1)io sul mio blog sono “al mio posto”, e non vedo perché debba stare ferma e zitta “in casa mia”. Se non ti piace quello che leggi, sei libero/a di chiudere la pagina web, o manifestare il tuo dissenso (come hai fatto in maniera secondo me scorretta), non certo di ordinarmi di tacere. Ti ricordo che siamo in Democarzia è c’è libertà di manifestazione del pensiero, come esiste anche il reato di ingiuria!
    Poi il film a me, per quanto girato bene, non è piaciuto, devo essere processata per questo? Bah!
    2)Io non ho il dono della Verità, per cui non ho l’arroganza di pensare o dire che quello che dico sia l’unica verità oggettiva e verificata, quindi è lapalissiano che un film non sia bello o brutto solo perché io l’ho detto (ma nemmeno perché l’hai detto tu, o Saverio, o il Papa, o il Presidente degli USA…)
    3) Dire che l’unico motivo per cui un film non è piaciuto sia una vita piena di problemi e senza immaginazione, non sta nè in cielo nè in terra e in ogni caso è inconferente per l’oggetto della discussione.
    4) Tralascio tutto il discorso sulla magia e su te che credi d’essere il re delle lingue di fata, che rende evidente che il disturbato mentalmente qui non sono di certo io.
    5) se dovesse essere necessario chiarisco che l’idea di avere il potere di trasformare n realtà un testo scritto è una bella favola, ed anche un bel soggetto cinematografico, ma nello specifico, secondo me la storia poteva essere costruita molto meglio. Parere personale, confutabilissimo, preferibilmente, però, con educazione.
    A mai più rivederci, “simpatico” lettore arteriosclerotico.

  3. Ciao Simpatico lettore.
    La mia ragazza non ha nessuno dei problemi che hai tentato di elencare (tra l’altro il “K” al posto del che lo usano solo i cosidetti “bimbiminkia” che intasano i blog ed i social network).

    Sai io sono un appassionato di fantasy e di letteratura fantastica e condivido in pieno il commento che è stato fatto qui su Inkheart.
    Te lo dico da appassionato… è scritto male ma molto male.
    Che l’argomento possa averti colpito è comprensibile, il plot piaceva anche a me, ma l’argomento non trattato non scusa buchi di sceneggiatura grossi come il grand canyon.
    Un esempio: Se devi afrontare un’esercito ed hai il potere di evocare i personaggi dei libri cosa fai ? entri in una libreria e ti procuri “un arsenale” da leggere in modo da mettere in difficoltà i tuoi avversari.
    Di certo non parti da solo senza nemmeno una pagina da usare come “arma”.
    La Storia Infinita di Ende è un libro meraviglioso ma ha generato un film orrendo che ha snaturato il senso del messaggio del autore.
    Comunque, caro il mio genialoide, non lo sai che ogni commento ad un blog contiene i tuoi dati di connessione ?
    Pensaci prima di postare insulti, in particolare alla mia ragazza.

  4. Inkheart è sconsigliatissimo,

    consiglio alla simpaticona per capire la differenza da un film fatto bene ad uno fatto male di vederne uno che tratta il solito argomento “Racconti incantati”.
    Guardalo e poi dimmi se sbaglio

    1. Io adoro e le mie figlie adoriamo quel film lo abbiamo visto decine di volte , trovi tutto fantasia , avventura, magia. Molto carino.

  5. Salve sono capitato nel blog per caso mentre cercavo commenti per un altro titolo, ma non sono riuscito a fare a meno di leggere tutta la discussione.
    L’amico friz che si è divertito ad insultare “cle” la quale mi sembra di aver capito che è la proprietaria del blog è chiaro che non sa scrivere ho dovuto rileggere un paio di volte il suo commento per poterlo interpretare solo in parte, e l’unica cosa che ho capito è che ha le idee un pochino confuse e come dice “cle” probabilmente ha avuto dei problemi.
    Non sopporto le persone che hanno l’insulto facile, per quanto riguarda puccio io la tua uscita l’avrei evitata, dal momento che “cle” ha saputo difendersi da sola in modo plateale e in 3 frasi ha straccionato il nostro amico, in questo caso il tuo intervento e l’aver ripetuto “la mia ragazza” per ben due volte è stato un po triste, e potrebbe incoraggiare ancor di più al furbetto di turno a continuare la discussione. Condivido cmq la vostra opinione anche secondo me nel film mancava quel non so che. vorrei ricordare però che il protagonista non si è procurato il “suo arsenale” 1) perchè aveva giurato che non avrebbe più letto a voce alta dopo la scomparsa di sua moglie e 2) per paura (come appunto è successo per la moglie) che qualcun’altro entrasse nel libro letto, insomma per evitare di fare ancor più danno di quello che aveva fatto in passato. Conlcudo salutandovi e complimentandomi per il lavoro svolto.

  6. Parto dal fondo. E’ vero, ho dimenticato il particolare per cui Morthimer non voleva più leggere per evitare che qualcun altro entrasse nei libri, ma è anche vero che alla fine, quando è la figlia a leggere, tutto fila liscio come l’olio, senza nessuna sparizione indesiderata… il che dovrebbe essere un ulteriore errore della regia, a quanto pare!!!
    Concedimi di spezzare una lancia a favore del mio Puccio!
    E’ vero che mi sono difesa bene anche da sola, però c’è da dire che il messaggio, anzi, la firma piuttosto colorita (vattene a… brutta …), mi aveva scosso non poco, ed il mio Amore ha ritenuto opportuno intervenire anche lui, dall’alto, anche, della sua navigata esperienza sul Fantasy, in mio sostegno!
    Ciau!

  7. Ciao sono capitata qui per puro caso, stavo cercando notizie su inkheart ed è saltato fuori questo blog. HO letto tutta la triologia di cornelia funke da cui è stato tratto il primo film.. e leggendo la tua recensione non posso che condividere.. anche se per me è fin troppo dura ^^.
    Guardando il film è vero non è assolutamente quel capolavoro che speravo ma la storia “sotto ” mi ha talmente affascinata che nel giro di 3 mesi ho letto tutti i libri.
    Immagino che tu non voglia piu sentire parlare di inkheart e amici.. però.. se mai avessi un po di tempo… leggili.
    Il lavoro scadente di un regista non può eliminare una magia come qll creata dalla funke.
    Semplice consiglio…

  8. Cara Fedrica,
    Ti ringrazio per il suggerimento che coglierò al più presto! Effettivamente, come ho scritto, l’idea di fondo è accattivante ed anche le scene girate bene… ma al di là di questo…
    So bene che spesso molti film farebbero meglio a dichiararsi “liberamente ispirati a” piuttosto che “trasposizione di” un libro. A volte cerco di giustificare i registi dicendo che effettivamente a meno che le descrizioni non siano altamente particolareggiate (e quei tipi di libri a me non piacciono!) ognuno immagina storia, luoghi e personaggi diversamente ed ognuno rimane nella lettura impressionato da fatti o parti diverse dello stesso libro; per cui anche il regista avrà la propria “visione” del libro che tenterà di riprodurre in scene. Tuttavia in alcuni casi nemmeno questa giustificazione basta a salvare da un giudizio negativo! 🙂
    Cinema e Libri restano due delle mie passioni, se mi capiteranno sotto mano i libri della Funke darò loro una possibilità di lettura senza pregiudizio. Promesso!
    Grazie del tuo commento/suggerimento e torna pure a trovarmi!

  9. mi dispiace per te cara signora .. ma di film di fantasia nn capisci una emerita mazza!!!

    inkheart e uno dei libri piu belli che ho letto in assoluto…
    quindi..lascia perdere .. vatti a ritirare in un convento di clausura…
    e restaci in eterno..nn meriti..di avere gli occhi per leggere..

    1. Caro signore
      che il libro sia bello non lo metto in dubbio,
      ma il film non mi è piaciuto.
      Siamo in democrazia fino a prova contraria ed è possibile esprimere liberamente le proprie opinioni.
      La differenza tra me e te è che io lo faccio in maniera educata e rispettosa.
      Quanti esempi abbiao nella storia di film tratti da libri bellissimi ma la cui resa cinematografica non ha soddisfatto tutti? Innumerevoli direi. Un esempio su tutti (se non altro perché ne parlo qui sul blog) Il maestro e Margherita. Libro che toglie il fiato, film poco coinvolgente. E’ anche vero che è stato girato trent’anni fa e non si potevano creare troppi effetti speciali, ma è proprio il taglio che è stato dato, in quel caso, alla storia a depauperare il testo originale.
      Io non ho espresso un giudizio sul libro, ma sul film che cinematograficamente mi ha un po’ lasciata “passiva”.
      Stesso dicasi per un autore che io adoro: Tim Burton. Alice in wonderland è stato banale, noioso e scontato.
      Vuoi insultarmi anche per questo giudizio???

  10. Ciao, perchè scaldarsi così tanto? Tu sei veramente esagerata! Non puoi parlare male di un film che hai visto se non sai niente. Tu non hai letto i libri di Cornelia Funke. Leggili. Tu hai criticato la storia! La storia, il racconto, è fantastica! Ricca di particolari. Elenoir (la zia rompiballe mangia-libri) ha un ruolo fondamentale, soprattutto nel secondo e terzo libro. Pensa che la Funke non l’ha nemmeno descritta come nel film! Lì è magra e vecchia, nel libro è un’obesona di 50 anni. Pensa te. E’ il film che fa schifo! Solo Mortimer interpretato da Brendan Fraser è veramente come nel libro. E poi, tu dici che chiunque evocherebbe un qualsiasi cosa per diventare ricco e felice, se avesse il dono della Lingua di Fata, scrivendosi le storie in cui entrare a piacimento, no? Beh, non è così semplice.. e nel libro lo spiega. Per evocare qualocosa da una storia devi leggere le esatte parole dell’autore del libro. Infatti è una cazzata micidiale che Meggie alla fine del film scriva lei le ultime parole. Non è così. Fenoglio le scrive, solo lui può! E Mo le legge, non Meggie, lei non ha il coraggio. E Dita di Polvere non torna subito in Cuore d’Inchiostro. Mo non leggerà mai per lui. Sarà un altro, Orfeo, nel secondo libro, a farlo tornare a casa. E di certo Roxanne non lo abbraccia entusiasta come nel film. E hai presente quando Meggie evoca per la prima colta un personaggio da un libro? Nel film evoca un cagnolino nero. Nel libro evoca Trilli, la fatina di Peter Pan. E’ tutta un’altra cosa, credimi. E’ il refista che è un cretino che non sa fare il suo dovere, ma per favore, non crtiticarmi la storia, perchè è una delle più belle mai inventate. Leggi i libri e capirai.
    Dita di Polvere, il miglior personaggio mai esistito in un libro.
    D.

  11. Scusami abbiamo detto la stessa cosa: il film fa cagare!!!
    è ovvio che non parlo del libro non avendolo letto!
    E cma non mi sono scaldata affatto (differentemente da alcuni che anno commentato in precedenza)

  12. Hai comunque giudicato male una storia. Più che il film, la storia. E tu non sai la storia. Non puoi permetterti di giudicarla.
    La battuta viene facile? Solo per le pervertite come te. Io appena ho letto il nome ho pensato che sia sublime e perfetto per il suo significato in questo libro.
    Mi dispiace che tu non sappia apprezzare. Nessuno ha mai fatto una battuta simile, anche se tu la reputi così facile.
    D.

  13. Ti invito a leggere meglio non solo il post ma anche gli altri commenti.
    E poi vuoi processarmi o togliermi la cittadinanza perché non mi è piaciuta una storia?
    Ho espresso il mio punto di vista come tu il tuo, se non ritieni il mio cervello e metro di giudizio validi o degni di lettura Amen! me ne farò una ragione, non sono nè una critica cinematografica nè letteraria, ho visto un film banale e scontato.
    Del libro non so niente e non l’ho assolutamente preso in considerazione.
    Puoi anche non leggere le cose che scrivo se ti fanno tanto ribrezzo
    e non sono una pervertita, esaltato.

  14. Del film ne ho visto poco…Ma non mi sembrava così brutto!!!
    Comunque il libro è fantastico ed questa non è una mia opinione: è una fatto reale,ma ovviamente te non puoi saperlo non avendo letto i libri!
    Eva.

  15. Ciao Cle. Ho letto tutti I commenti.
    La mia opinione è che non hai detto claro nel post che ti referisci al FILM. (Puoi ancora editarlo, anche se sono passati già 4 anni…). Anch’io penso che il film non è nè la minima parte di bello che il libro.
    Solo per curiosità, gli hai già letto?
    (Scusa il mio italiano, ancora imparando) 🙂

    1. Ciao Alberich e grazie!
      Il titolo dice chiaramente che parlo del Film così come nel post parlo di regista e tt quanto fa capire chiaramente che solo del film parlo!

      No non l’ho letto! Mi sono data alla lettura delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco nel frattempo!
      Ciao

  16. Si si certo!, pretendebo di essere ironico, era per questo che aveva messo FILM con maiuscole (perché la parola è scritta nel titolo) 😉

    Grazie per scrivere. Debi leggergli. Ciao.

    1. aaaah! scusami!!!
      ahahahahahahahahahahah!
      no sai, come hai potuto leggere anche tu questo post, non so perché, attira un sacco di critiche ed ero un po’ sulla difensiva!

      ;D

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...