Caro Diario · Casi Umani

Problemi di Stomaco?

Ricordate il post sui miei problemi di stomaco dove vi raccontavo di tutte le analisi, gli accertamenti nonché le cure a cui mi sono sottoposta per venire a capo delle mie continue nausee? Se volete rinfrescarvi la memoria andate qui. Ebbene, a (parziale) conclusione di questo calvario  oggi sono stata dal gastroenterologo il quale mi ha lapidariamente detto che il mio stomaco è a postissimo..

Ma andiamo con ordine.
L’ho chiamato una settimana fa per fissare un appuntamento  per oggi, lui mi ha ordinato per il giorno della visita di fare solo colazione, di bere qualsiasi cosa fino all’una, di bere solo acqua sino ad un’ora prima della visita.

Non mi ha detto nulla riguardo al tipo di visita che avremmo dovuto fare, nè mi ha chiesto se qualche medico mi avesse suggerito un qualche esame. Io gli avevo solo detto che la nausea mi dava tormento e che avevo bisogno di un suo consulto (specifico: “consulto”).

Ho avuto il dubbio che volesse sottopormi a gastroscopia (che avevo comunque messo in conto di fare prima o poi), ma tutta la gente che ne ha fatto direttamente o indirettamente esperienza mi ha sempre detto che come esame richiedeva almeno 12 ore di digiuno, quindi stavo tranquilla: essendo che il dottore non mi aveva ordinato nulla di  simile, ho pensato che tutt’alpiù avrebbe proceduto con una ecografia, tant’è che ho detto a mia madre di starsene tranquilla a casa che non sarebbe accaduto nulla di trascendentale.

Insomma per sicurezza mi porto appresso la mia coinquilina (il mio Amore era impegnato con il lavoro) nonché la mia storia clinica, anche oculistica… non si sa mai!!! Oltre a tutti gli esami diagnostici che avevo fatto negli ultimi due anni  “causa nausea” ho avuto premura di scrivermi un pro-memoria  sui sintomi che accusavo nelle fasi “acute” del disturbo (nausea dopo mangiato, se avevo freddo…), sui cibi che più di altri mi facevano male (latticini burrosi, carne, legumi, uova,…)  sui rimedi che mi davano sollievo (camomilla, te caldo, borsa dell’acqua calda), etc. 
E’ ovvio che non sono medico, che se non avessi avuto bisogno del parere di uno specialista non mi sarei rivolta a nessuno, però mi sembrava utile riportare al medico qualsiasi particolare disturbo o sintomo sopratutto se legato all’alimentazione, visto che di disturbi allo stomaco si tratta e che lo stomaco serve a digerire ciò di cui ci alimentiamo. Stava poi al medico decidere o dirmi se quanto gli riferivo fosse rilevante o meno ai fini della diagnosi.
Invece il simpatico gastroenterologo con un congnome che fa rima con Stronzo non prendeva minimamente in considerazione quello che gli dicevo, per lui tutto era ininfluente o del tutto scollegato con il mio problema. Il che non sarebbe stato un problema se non fosse stato per il tono e il piglio con cui mi si rivolgeva!

Ad un certo punto mi fa: Dottoressa, vogliamo fare un po’ di chiarezza stasera? Ed io: dottore, per quello sono venuta! Per fare chiarezza!!! 
Morale della favola: mi ha sottoposta A SORPRESA a gastroscopia che, devo dire, eccezion fatta per la paura per l’ignoto e sopratutto la mia atavica paura di vomitare, è stata meno peggio di quello che pensassi. Mi ha spruzzato qualcosa di amaro in gola che mi ha dato la senzazione di rigonfiamento della lingua e delle tonsille, nonch’è incapacità di deglutire. Oltre a questo una bella siringa di valium che effettivemente ha fatto si che dell’inserimento della sonda e della sua estrazione io ricordi davvero molto poco! Forse mi sono addormentata!

La buona notizia è che il mio stomaco sta bene, è normale e sano.

La notizia così così è che ancora ignoro la causa delle mie continue nausee*.

La cattiva notizia è che ‘sto medico mi ha presa per una psicopatica con dei disturbi alimentari e delle fisime mentali che mi rendevano una malata immaginaria.

Dato che il mio stomaco era fisiologicamente a posto (dimensione, forma, mucosa…) il dott. Stronzo ha preso a parlarmi come se  il problema fosse tutto e solo nella mia testa.
Ha detto cose senza senso per cui “Se un giorno mangi la pizza e ti fa male, non è che non te la mangi più, perché magari sei stata male per altro” …
Ma grazie al cazzo!” mi veniva di rispondergli! Se dico che qsa mi fa male non è perché mi ha fatto male solo una volta, ma perché sistematucamente mi da un certo tipo di sintoni, sintomi che avverto da anni, aggiungerei!
Mi ha detto che non è che non devo più uscire conle amiche perché non posso mangiare la pizza (aridaje co’ sta pizza) ed altre cazzate del genere.

Credo fermamente  mi abbia preso per una fissata con la dieta che per non assumere certi cibi si  inventa che le facciano male… Bah?! E meno male che non appaio essere sotto peso! Anzi!

Devo dire non sono rimasta molto soddisfatta di questa visita! Sono contenta che il mio stomaco stia bello e sano (anche se nulla so del mio intestino ancora) ma mi sono sentita la stupida del villaggio.
Ad esempio quando gli ho reso noto che ho la bile densa lui: “e ma come fa a dirlo? chi glielo ha detto?”.  Senti genio della medicina e della metafisica io studio legge, non medicina, se te lo sto dicendo non è che lo suppongo, è venuto fuori da degli esami che ho fatto (e che per fortuna avevo con me).
Addirittura mi ha “rimpoverata” del fatto che i farmaci che assumevo “al bisogno” secondo la prescrizione fattami dal mio medico,  con la cura della nausea non centrano nulla… Ma cosa vuoi da me se me l’ha prescritto il medico e comunque assumendolo effettivamente sto meglio????
Per non parlare dello sguardo misto tra il compassionevole e l’inorridito quando gli ho detto che mi ero anche sottoposta a test allergici… “Ma li ha fatti di testa sua?” EEHH?! Me lo ha consigliato il medico, ovvio!… Se sto male sempre dopo mangiato è possibile che ci sia una qualche intolleranza… è la prima cosa a cui si pensa…

BAH! Che pezzo di Stronzo.

In soldoni per lui la diagnosi è che devo smetterla di farmi idee sui possibili disturbi che posso avere perché non ho nulla… peccato che questa cosa non abbia risolto il mio problema.

Per “fortuna”, però, che almeno ha voluto trattarmi “con riguardo” al momento del pagamento: 160 € senza fattura, ovviamente (non ho insistito perché tanto non posso scaricarla dalle tasse). Complimenti vivissimi, dott. Stronzo.

*Piccola noticina
Dopo essere stata da una nutrizionista, finalmente sono venuta a capo della causa delle nausee: La bile densa mi rende difficoltosa la digestione dei grassi, in più il senso di fame dopo mangiato è dato dal picco insulinico seguito dalla secrezione di glucagone (c.d. circolo vizioso dell’isulina). Finalmente conosco la causa e posso agire di conseguenza! Grazie dott.ssa Mercurio!

Annunci

5 thoughts on “Problemi di Stomaco?

  1. Alcuni scambi di battuta tra me ed il fantomatico gastroenterologo meritano comunque di essere citati:
    “Ma lei cosa sente?”
    “Dottore ho la nausea, sempre! Dopo mangiato, appena sveglia, se ho freddo…”
    “Ma lei cosa intende per nausea?”
    “???????????????????
    Dottore, mi viene da vomitare, ho anche degli allegri conati di vomito, ma non vomito”
    “Ha dolore?”
    “No dottore, non ho dolore, nè bruciore, nè rigurgito. Avverto un senso di fastidio però”
    “Eh ma che significa, non esiste in medicina il termine fastidio, se lo è inventato lei…”
    (peccato che lo definì così il mio medico curante, avrei voluto rispondergli…).

    “Ma dove sente questo fastidio?”
    “Allo stomacoooooooooooo”
    “E ma per lei dov’è lo stomaco?”
    (avrei voluto fare un gesto plateale ed eloquente ad indicare il deretano ma ho semplicemente fatto segno appena sotto lo sterno).
    “E’ sicura???”
    “???????????????????????????????????”

    “Ma è sicura che è nausea e non è fame?”
    “Dotto’ se mi viene subito dopo mangiato… non è fame!!!”

    “Ma io sono vicino ai problemi dei giovani, lei può uscire a mangiare la pizza con le amiche, non le fa male…”
    “???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????”

    Ribadisco:
    mi ha preso per un complessata con il cibo. Per una malata immaginaria. Magari per una che fa queste analisi all’insaputa dei suoi stessi genitori che non erano lì con me…
    Peccato che ho 26 anni, vivo e lavoro in un paese diverso da quello dei miei, e l’ho pagato di tasca mia ma non certo per un conflitto familiare, per semplici esigenze di lavoro.
    Mancava poco che mi desse il numero di uno psicanalista o di uno psicoterapeuta!!!
    Che esperienza…

  2. PS:
    a conferma dell’impressione che avevo avuto sul fatto che il medico sospettasse che io vivessi un conflitto con i miei genitori c’è quest’altra nota, di cui sono venuta a conoscenza ieri:
    all’amica che mi aveva accompagnata, che è la ragazza con cui divido la stanza a Bari, mentre io ero di là a farmi anestetizzare il medico ha chiesto:
    “Ma cosa fa la tua amica quando non si sente bene, spiegami… …”
    Cose che avrebbe dovuto chiedere a me e a me sola…
    Poi le chiede
    “Ma come mai l’ha accompagnata lei? Siete amiche?”
    “Eh! si, abitiamo insieme!”
    “Ah abitate insieme… ecco lo avevo sospettato!”

    SOSPETTATO???????????????????
    Immaginato al massimo…
    e no! perché lui s’è fatto il film: io lesbica che abito a bari con la mia compagna; la mia famiglia non accetta questa mia scelta ed io vivo male questa cosa e mi invento disturbi inesistenti per manifestare il mio disagio…

    Che psicopatico!!!

  3. Ti capisco benissimo. Pensa che io ho fatto due gastroscopie prescritte dal primo gastroenterologo e non ti parlo di tutti gli esami e le cure. Poi cambiato gastroenterologo voleva farmi una terza gastroscopia alchè mi sono rifiutata .Leggendo la tua lettera mi sono rispecchiata benissimo nella mia stessa situazione, sembra che quando parli dei disturbi non ti ascoltino e ti assicuro che esistono, e anche l’ultimo gastroenterologo mi ha detto che è una cosa psicologica.Adesso ho l’appuntamento con l’allergologa speriamo bene? Ma mi chiedo uno che ha studiato i problemi dello stomaco non dovrebbe essere informato sui possibili disturbi ? Comunque la tua lettera mi ha rincuorato perchè non sono sola . Grazie fammi sapere

  4. Ciao Mariella!
    Mi spiace che tu abbia i miei stessi sintomi,, cmq per fortuna sono riuscita a capirci qualcosa di più grazie ad una nutrizionista, scrivo qui queste altre info sperando che possano esserti utili, riservandomi più in la di scrivere un post più completo!
    Da un po’ di mesi sn in cura da una nutrizionista perché nell’ultimo anno ero aumentata di peso un po’ troppo, da alcune cose che mi ha spiegato e da altre che ha detto di sfuggita e che ho approfondito con mie ricerche personali ho capito che:
    1) la bile densa può essere la causa delle mie nausee, perché può provocarmi difficoltà nella digestione dei grassi (e in effetti, sopratutto i grassi di origine animale mi fanno penare, quasi più dei fritti).
    2) il senso di fame dopo mangiato può essere uno scherzo dell’insulina dovuto a pasti “squilibrati”. Nel mio caso c’era un eccesso di carboidrati: sopratutto nei periodi in cui stavo male, non mangiavo carne e/o grassi perché mi sembravano di più difficoltosa digestione, questo però mi creava un picco glicemico, con conseguente messa in moto di insulina prima e glucagone poi che mi creavano dopo poco il pasto il senso di fame che sai. E’ difficile spiegare qsto “meccanismo perverso” in poche righe, maggiori info su questo link http://www.my-personaltrainer.it/glicemia.htm

    Ora che ho imparato a mangiare meglio, correggendo quegli errori che non sapevo di compiere, posso dire che a parte qualche raro caso dovuto a cibi che so che mi possono dare fastidio, non soffro più di questi disturbi.
    Dai un’occhiata a quell’articolo che ho linkato, per me è stato illuminante.
    Ciao
    Cle

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...