At Home · Le Mie Ricette · Suggerimenti e Consigli

Forno alogeno… Let’s try!

Mia suocera, con cui condivido la passione per la cucina, mi ha regalato un forno alogeno.

Si tratta di una coppa da 12 litri (utile per cucinare da una a max tre porzioni) in plexiglas con coperchio su cui è installato un termoconvettore alogeno.

Pare debba poter cuocere in modo più veloce: all’interno si sviluppa un vortice di aria calda che consente una cottura uniforme e veloce… Prima di provarlo ho fatto un giro su You tube alla ricerca di qualche video dimostrativo. In italiano si trovano solo video pubblicitari, quindi non realmente attendibili, mentre cercando in altre lingue ho trovato questo video molto interessante in cui si mostrano le funzioni di autopulitura e un esempio di cottura. Vedrete che grazie alle griglie in dotazione si può cuocere anche su due livelli contemporaneamente avendo magari cura di porre un foglio di carta stagnola sul livello superiore se vogliamo evitare una commistione di liquidi!

Altri video mostrano un’altra funzione molto utile: cuocere delle bistecche di carne congelata in poco più di un quarto d’ora: si inserisce a forno spento la carne congelata ed eventualmente qualche verdura di contorno, si accende il forno impostando 20 min. di cottura. Sulla carne si forma un’invitante crosticina e l’interno rimane succoso. Per arrostire un pollo intero con le patate serve circa un’ora e un quarto.

Altra nota: In tutti i video che ho visto i cibi vengono posti nel forno quando questo è ancora freddo, nel libretto di istruzioni e nelle ricette allegate si dice di preriscaldarlo. Forse è un’accortezza a cui dare seguito solo se si decide di cucinare degli impasti lievitati. Importante sapere che la lampada alogena si spegne e riaccende automaticamente durante la cottura per mantenere la temperatura costante, quindi se ad un certo momento vedete spegnersi il forno non spaventatevi!

In ogni caso, anche se decideste di preriscaldare il forno prima di inserire i cibi sappiate che i tempi per il raggiungimento della temepratura sono davvero brevi in confronto ad un forno tradizionale (200° li ragginge in 5 min d’orologio), mentre i tempi di cottura dei cibi restano pressocché invariati. Per cuocere per una o due persone o comunque riscaldare delle piccole porzioni è sicuramente più “economico” del forno tradizionale, ma sostanzialmente se si ha in casa un fornetto elettrico, magari ventilato o un microonde combinato, resta un elettrodomestico superfluo.

Un aspetto negativo riguarda gli odori: il forno alogeno/termoventilato non ha una chiusura ermetica e tutti gli odori invadono impunemente la cucina, molto più che con forni tradizionali o a microonde. Tuttavia può essere molto utile per cuocere fuori casa: una scampagnata alla villetta in campagna, un pic nic se si ha un generatore, studenti fuori sede, single… in questi casi può sicuramente avere un maggiore impiego che in una famiglia dove si spadella a tutte le ore!!!

Quanto alla superficie di appoggio potete usarlo in tutta tranquillità, il supporto cu cui poggiare il coppone è sufficiente per proteggere qualsiasi superficie. Io le prime volte lo tenevo sul pavimento, ma dopo aver constatato che la zona circostante (e sopratutto il piano d’appoggio) non si riscaldano in maniera eccessiva, lo tengo tranquillamente sul top in laminato della mia cucina.

Nella Pagina FAQ, sotto la domanda “E’ possibile cuocere dolci con il forno alogeno” ho inserito le foto di una tortina cotta (per prova) nel fornetto: la risposta è ovviamente Si! Nè la ventilazione proveniente dall’alto impedisce la lievitazione. Ho anche cotto dei soufflè al cioccolato (quelli con il cuore morbido) sono cresciuti anche senza lievito. Quindi tutto assolutamente ok!

 In questo Post  ho inserito il ricettario allegato al mio fornetto e altre ricette via via segnalate dai visitatori.

Advertisements

85 thoughts on “Forno alogeno… Let’s try!

  1. Post prova:
    Innanzi tutto c’è da dire che ho scoperto che il mio non è alogeno ma solo termoventilato, sulla confezione erano rappresentati entrambi, ma il funzionamento è pressocché identico!
    Ho provato a fare delle salsicce con patatine surgelate: in poco più di un quarto d’ora le patate si sono scongelate e la carne cotta. Per la verità la carne è venuta un po’ secca, sarà per la ventilazione, ma la cottura è effettivamente uniforme e più veloce.
    Effettivamente per cuocere/scongelare poche porzioni di cibo è molto utile, anche perché io per ora non ho il forno a microonde.
    Proverò più in là qualche dolce e riferirò!
    🙂

  2. Ciao,Clelia mi è stato regalato il nuovo FORNO ALOGENO ed è una novità!!!!Devo imparare ad usarlo! Mi puoi aiutare? grazie ciao ivana. Come vedi ti faccio avere il mio sito! Sono distributrice indipendente -nome prodotto- . Lo puoi visitare grazie ciao ivana.

    Edit: scusami Ivana, ma ho sentito parecchie brutte cose su quei prodotti e non mi va di essere veicolo o sponsor della loro commercializzazione. Per correttezza verso quello che fai ho rimosso il nome e il link, non voglio “collaborare” alla vendita, ma nemmeno screditare il tuo lavoro. Cle

  3. Ciao Ivana,
    come ho precisato poi in coda ai commenti, ho scoperto solo dopo il primo utilizzo che il mio fornetto non era alogeno ma solo a termoconvenzione. Sulla scatola erano raffigurati entrambi e le indicazioni erano in inglese per cui non mi è stato subito possibile capirne le caratteristiche “a scatola chiusa”!
    Cmq il funzionamento è praticamente identico al video che vedi qui allegato, sia per il modello alogeno che per quello a convenzione.
    Se vuoi altre info puoi cercare su you tube “halogen owen test/demo/etc.”, quello che ho inserito qui mi sembrava il più completo per quanto breve!
    Io ho provato anche a cuocere dei dolci nel mio, l’esperienza non è stata male. Puoi consultare la domanda n. 6 alla pagina FAQ (https://messagginbottiglia.wordpress.com/faq/) ho allegato anche delle foto!
    A presto

  4. Ciao Clelia, grazie delle informazioni: il mio forno è…ALOGENO E VENTILATO: (CUOCINELLA) ho già cucinato:carote…ok! mele…ok!salsicce…ok! riscaldato e cotto un pò di più il …pane arabo!!fino a qui tutto ok!! adesso devo provare i dolci e biscotti e sicuramente ti farò sapere!! ciao ivana. ps. hai visitato il mio sito? ciao a presto.

    1. io ho acquistato da poco un forno ALOGENO VENTILATO CUOCINELLA: risultato pessimo sia per gli arrosti sia per pizze e torte

  5. Biscotti… uhm… probabilmente si cuoceranno e bene, ma… i miei dubbi riguardano la ridotta quantità per volta che se ne può cuocere, il che, rispetto ad un forno normale, non conviene…
    Ho dato uno sguardo al sito, ma purtroppo non sono interessata. Non so perché ma non sono mai stata propensa agli integratori di alcun genere, e per fortuna ho tempo, modo e voglia di dedicarmi alla preparazione dei cibi, anche se sn spesso fuori casa, e ci tengo a che ogni pasto sia completo ed equilibrato! In ogni caso in bocca al lupo per la tua attività, magari qualche aspirante cliente passerà lo stesso da qui! 🙂

  6. Ciao grazie dei consigli,io ci proverò sicuramente con i biscotti e anche con qualche dolce e poi ti farò sapere! Grazie x aver visitato il mio sito….anche se non sei interessata….forse hai conosciuto dei prodotti che non conoscevi! a presto ciao.

  7. Leggo che qualcuno ha in programma l’acquisto del microonde. Io l’ho da 25 anni ed ho smesso di utilizzarlo PER OGNI USO da quando ho letto su internet gli studi del prof. Blanc (per la verità già alcuni anni fa il compianto prf. Maltoni, oncologo, ne sconsigliava fortemente l’uso), da cui si comprende come il forno a microonde altera i cibi, lasciando invariato solo l’aspetto. In pratica, e vi sollecito a documentarvi come ho fatto io, il bombardamento di onde ad altissima frequenza 2,45 ghz (duemiliardiquattrocentocinquantamilioni) di oscillazioni l secondo, invertono la polarità degli atomi dei cibi.
    Comunque: assolutamente non usarlo per scaldare il latte dei bambini perché lo priva degli anticorpi. Non usarlo per sterilizzare in quanto assolutamente inefficace. L’assunzione di cibi cotti col microonde porta alterazioni al sangue anche dopo due settimane di uso.

  8. Ottimo!
    ho passato 27 anni senza utilizzarlo, credo proprio che continuerò così! grazie delle info!
    Effettivamente per scongelare e riscaldare posso continuare ad utilizzare i metodi tradizionali!!

  9. Rispondo ad Alessandro.
    le teorie a cui ti riferisci sono ampiamente smentite da più fonti. Se fosse vero quello che dici li avrebbero ritirati dal commercio.
    Io lavoro in ospedale in pediatria e il latte viene scaldato al microonde compreso quello delle mamme che ricorrono al tiralatte.
    Per sterilizzare bisogna usare sterilizzatori avendo accortezza di usare le buste apposite altrimenti disinfetti ma non sterilizzi ovvio , però lo sapevi che il microonde è in grado di uccidere le spore della candida?…e lo sapevi che invece non è in grado di uccidere una formica? Le teorie di cui parli non solo non sono comprovate con conferme scientifiche ma queste affermazioni altri scienziati le vedono in molti casi come pseudoscienza e allarmismo di livello ridicolo.
    Esistono studi da cui risulterebbero alterazioni molecolari in cibi cotti al microonde, senza alcun riferimento però a quanto queste alterazioni differiscono da quelle prodotte da una cottura tradizionale. Considerazioni di chimica e fisica portano a contestare facilmente le affermazioni precedenti. In una cottura alla griglia, o anche nel forno a legna, elettrico o a gas, nel cibo avvengono, a causa delle temperature elevate, reazioni di carbonizzazione e caramellificazione che producono sostanze complesse. La cancerogenicità di alcune di queste sostanze prodotte dalla cottura tradizionale (soprattutto se prolungata) è stata oggetto di studi dai risultati controversi. Nel forno a microonde queste reazioni di carbonizzazione e caramellificazione (e quindi i rischi ad esse connessi) non avvengono o avvengono in misura molto minore. .
    Si può fare anche una considerazione fisica. I forni tradizionali a gas, elettrici e a legna trasmettono gran parte del calore al cibo sotto forma di raggi infrarossi. Dal punto di vista fisico i raggi infrarossi sono onde elettromagnetiche esattamente come le microonde ma con energia per fotone maggiore e quindi più vicini al valore in grado di spezzare i legami chimici delle molecole organiche. In realtà questa energia è comunque ampiamente al di sotto del limite di ionizzazione, quindi difficilmente è in grado di provocare alterazioni chimiche nei cibi. Questa valutazione dovrebbe rendere i raggi infrarossi, e quindi la cottura tradizionale, maggiormente temibile rispetto alla cottura a microonde dal punto di vista di chi considera un rischio le alterazioni chimiche provocate dalla cottura dei cibi.
    Se uno ha paura di queste alterazioni alora è bene che si cibi di alimenti crudi …ma anche qesto è in rischio , vedi salmonella e altri accidenti vari.
    Io uso il microonde dal 1980 e godo di ottima salute , mio padre utilizza il mocroonde da molto prima (da quando in Italia ancora non c’era ) , mio padre ha una grave malattia polmonare e a 40 anni gli hanno dato tre anni di vita …mio padre ha sempre la stessa malattia ma adesso ha 86 anni e si cucina quasi tutto al microonde.
    Io non potrei farne a meno nè a casa nè al lavoro.
    Ps: in ospedale lo usiamo anche per scaldare le soluzioni fisiologiche.
    PPs: dopo anni ed anni di microonde gliesami del mio sangue sono sempre perfetti.

  10. io nel mio forno alogeno multifunzione ho provato a fare il pane ..
    ho usato il lievito madre da pasta acida e sul fondo ho aggiunto un pò d’acqua per riprodurre il microclima del classico forno a legna. Il risultato è stato ottimo. Croccante e dorato fuori morbido e ben cotto dentro.
    L’unico inconveniente è che ho dovuto farlo in due volte perchè la capienza è un pò limitata.

  11. Pina grazie mille davvero del tuo contributo!!!
    sia per quel che riguarda il pane cotto nel forno alogeno (utile a sapersi) sia sul trattato di chimica/fisica sul microonde!
    Grazie davvero, tutto molto interessante… lo rimetto nella wishlist allora! 😆

    NB:
    ho riunito i primi due commenti in uno solo!

  12. carissimi oggi nel forno alogeno multifunzione ho fatto le melanzane gratinate.
    prima però le ho fatte scottare affettate nel microonde coperte da pellicola trasparente per 5 minuti (questo permette una cottura perfetta e uniforme) Poi le ho messe nel forno alogeno con pangrattato aglio olio e prezzemolo alla massima potenza finchè sono diventate dorate….squisite!!!!

  13. buono a sapersi, visto che, come sai, non ho (ancora) il micro! 😉
    ma le hai comunque scottate lo stesso in acqua bollente?
    io di solito le passo per due minutini in acqua prima di passarle in forno… (le condisco dopo con olio, aglio e menta! ottime fredde! slurp)

  14. No no , ho fatto così : le ho spennellate col pennello di silicone con olio dove avevo frullato uno spicchio di aglio e subito le ho passate nel pane gratuggiato . Poi ho messo il trito di prezzemolo menta e basilico e ho regolato il forno a 250 gradi per 10 minuti nel ripiano più alto. Perfette !!! …e senza precottura. Se vuoi dopo 8 minuti puoi girarle in modo che diventino più dorate anche sotto.

  15. Piu che un commento avrei delle domande .Ho la Cuocinella solo da ieri,e non so bene come funziona. Le melanzane per esempio le metti sulla griglia oppure in un contenitore di vetro ? Hai delle ricette o esiste un sito con ricette per questo tipo di forno ? Ti ringrazio

  16. Ciao adriana
    in questo post https://messagginbottiglia.wordpress.com/2007/10/03/ricettario-forno-alogeno/ (che ho anche segnalato sopra) ho inserito le ricette inserite nel libretto di istruzioni (sicuramente anche la tua ne avrà qualcuna) + un link a giallozafferano per ricette con forno alogeno, + nei commenti le ricette via via provate da chi ha frequentato il blog!

    Comunque in linea di massima puoi fare tutto quello che fai nel forno, senza troppi accorgimenti o aggoistamenti: l’unico limite è la quantità e la grandezza delle teglie che puoi usare, per il resto, tutto abbastanza uguale, tenendo conto però che la ventola tende a seccare un po’ di più i cibi (ma io rimedio mettendo la temperatura un pochino più bassa rispetto a quella che metterei nel forno normale)

    Sono cose che capirai usandolo, come con qualsiasi altra cosa nuova!!! 😉

    Le melanzane per es. io le metto sulla griglia, a meno che non faccia tipo una ratatuille e uso una teglia che poggio però sempre sulla griglia (quella più bassa).

    Se hai altre domande a disposizione! 😉

  17. Adriana una curiosità a quanta potenza arriva la tua Cuocinella ?
    Ho letto da qualche parte che la Cuocinella arriva massimo a 190 gradi mentre il mio arriva a 250.
    Quanti litri ci stanno nel tuo?
    Io le melanzane le metto direttamente nella griglia più alta.
    Per le torte ho fatto esperimenti ….vengono perfette nelle teglie col buco centrale e coperte per i primi 45 minuti con un coperchio di silicone trasparente…dopo si può levare il coperchio per farle diventare belle dorate.

  18. Ormai Pina sei la nostra Guru! 😉
    quasi quasi la prossima ciambella la provo nel fornetto, ho comprato il tappetino di silicone che mi tornerà utilissimo a quanto pare 😉
    ti piace il nuovo layout?

  19. si Cle è davvero molto carina l’impostazione del tuo blog, bello pulito e facile da leggere…ci sono dei siti molto interessanti in giro ma ad alcuni rinuncio perchè stancano la vista.
    Questo è davvero molto gradevole.

  20. Cara Pina, e cari tutti che leggete questo post:
    ieri in casa è arrivato anche il microonde (combinato)!!! Wow!!!
    Ora sono davvero al completo, mi manca solo la griglia elettrica!!!
    Sto ancora in fase di sperimentazione a dire il vero devo impratichirmi. Sono alla ricerca di un sito/blog utile su questo fronte. Accetto consigli!
    😉
    Ciau!

  21. grandeeeee !!! hai fatto benissimo!!!
    chiedimi tutto quello che vuoi sul forno a microonde;)
    cosa te ne fai della griglia elettrica? col forno alogeno multifunzione io la mia griglia l’ho riposta in solaio.

  22. Da ieri ho il forno alogeno…………..devo ancora provarlo, ho trovato tutti questi consigli interessanti, chiari, oggi provo con una torta con il mio assitente cuoco, nipotino di 6 anni!
    RITA

  23. Fammi sapere come va!
    Dai uno sguardo anche al post – ricettario (trovi il link a fine articolo), vedrai che dovrai semplicemente prenderci confidenza, poi lo userai con naturalezza!

  24. Salve…. per il momento poco convinta del mio forno…..indubbiamente non ho fatto qualcosa che avrei dovuto! Stamattina, come tutte le mattine preparo la crostata …..
    L’ho messo nel piatto pyrex, sulla griglia alta.. forno preriscaldato, 170° sopra cotto dopo 20 minuti sotto crudo…allora dove ho sbagliato?
    Ero in USAquando anno scorso vidi una pubblicità di questo forno..una demostrazione lunghissima, tutti giorni come una telenovela, tutto così FACILE,. Non mi arrendo, però la prossima settimana che avrò le mie due sorelle ospite per una settimana, vado sul sicuro con il mio forno tradizionale, a meno che qualcuno mi dia qualche dritta su come ottenere una crostata d pasta frolla cotta sotto come sopra!

  25. beh… innanzi tutto usa la griglia bassa la prossima volta! 😉
    Comunque io per le torte, le crostate continuo ad usare il forno tradizionale,
    il fornetto lo uso per secondi o primi monoporzione quando sono da sola, o per fare le patate di contorno, … insomma siamo in due in casa quindi per le piccole porzioni uso il fornetto, per dolci e lievitati il forno.
    Cmq ripeto secondo me hai sbagliato ad usare la griglia alta, avresti ottenuto ugualmente una crostata cotta sopra e cruda sotto se l’avessi messa nella parte alta di un forno normale!!!
    In più la temperatura: le crostate cuociono dai 180/200° di solito, 170 forse era una temperatura un po’ “timida”

  26. grazie grazie,
    domani riprovo…imparerò…sono testarda, uso molto il forno tradizionale anche il micro onde. Questo forno mi convince poco! Uso tantissimo la pentola a pressione, forse l’alogeno è una cosa superflua..

  27. Beh è quello che ho detto anche io nel post: è utile per single, fuori sede, quando accendere un forno grande è sprecato, in una famiglia potrebbe essere inutile.
    Io non lo avrei comprato, mi è stato regalato.
    Lo uso anche più di una volta a settimana, ma perché spesso devo preparare solo una o due porzioni di cibo! 🙂

  28. Anche noi siamo in 2, a volte tre…nemmeno io avrei pensato di aquistarlo se non fosse stato per un’offerta regalo veramente valida insieme a 20 bottiglie di vino DOC!!……..(€17)..Domani provo l’arrosto di pollo, male che vada lo porto al mercatino.Non avrò perso nulla tranne un pò di pazienza.

  29. Il pollo con le patate l’ho fatto la settimana scorsa
    sia con i bocconcini di pollo sia con le cosciotte intere: cottura perfetta!
    l’unica accortezza è stata quella di girare a metà cottura le cosce e ovviamente tagliare le patate di dimensione adatta ai tempi di cottura.
    Le cosce pronte in 40 min., i bocconcini 20.
    Temperatura max. (220/250°)

    N.B.
    il mio è solo ventilato, non anche alogeno! Quindi forse 250° con la lampada alogena potrebbero essere troppi!

  30. salve a tutti, io ho da ieri il forno alogeno… e ancora non lo so usare… CLE ma il pollo con le patate come lo fai? le cosce metti sopra e le patate sulla griglia sotto o come? fammi sapere per favore. Poi se avete belle ricette vi prego di mandarmele al mio email: sole@op.pl…. Buona giornata a tutti. (ps. scusate il mio italiano ma sono Polacca).

  31. Per il pollo arrosto ho messo tutto in una teglia di alluminio, di quelle usa e getta
    Patate, le due cosce di pollo, rosmarino, salvia e un cucchiaio di olio solo sulle patate (le ho condite a parte in una ciotola), ho sistemato la teglia sulla griglia bassa e acceso il forno a 220° per 40 miinuti. A metà cottura ho girato le cosce. Finito!!
    Invece se hai dei petti di pollo puoi tagliarli a pezzi piccoli e mettere sempre in una teglia con le patate (magari tagliate a pezzi più piccoli), olio, aromi (se ti piace anche qualche fettina di cipolla) e via 15/20 min di cottura a 220/250°.

    Vedrai che non servono particolari istruzioni per utilizzarlo, alla fine devi considerarlo un normale forno, con il vantaggio, però che arriva prima a temepratura (io non noto grossa differenza sui tempi di cottura invece).

    Trovi altre ricette qui
    https://messagginbottiglia.wordpress.com/2007/10/03/ricettario-forno-alogeno/
    Ma puoi farci qualsiasi cosa che fai nel forno normale, solo in teglie più piccole! 😀

  32. GRAZIE, ma mi dicevano che si puo grigliare bene il petto di pollo sulla griglia piu alta, tu che ne dici? Qualcuno ha fatto le mele cotte? va be’ comunque dovro fare un po’ di esperimenti ahhha… E’ bellissimo questo blog.

  33. Se non mi sbaglio Pina stessa ha fatto anche le mele cotte o fu qualcun altro? non ricordo! Ma lei passa spesso quindi qualcha altro prezioso consiglio arriverà!
    Si il pollo lo puoi grigliare anche sulla griglia con la lampada alogena ma il mio è solo termoventilato quindi nello specifico non saprei dirti come viene! Però Pina se non ricordo male non usa più la griglia elettrica da quando ha la cuocinella!

    grazie per i complimenti!
    😉

  34. purtroppo le melanzane non sono uscite proprio perfette.. dopo 10 minuti erano ancora crude…di che spessore devo essere? forse ho sbagliato qualcosa… vediamo…comunque ho fatto le salsiciette arrostite è sono state ottime. buona giornata

  35. @ laura
    va bene qualsiasi tipo di teglia, qualsiasi tipo di materiale usi nel forno tradizionale
    io mi sono trovata male con il silicone, perché i dolci sudano e rimangono bagnati, ma altri si son trovati bene…

  36. salve,da una settimana che ho il forno alogeno ventilato, ho fatto l’arrosto di vitello,con carote e cipolla,un bichiere di vino bianco, non avendo un recipiente adatto,ho preso un contenitore di arcopal e venuto un arrosto squisito.mi chiedevo , ma si può cucinare direttamente nel contenitore di vetro?grazie ciao a tutti…..

  37. Ciao emily, grazie del commento e della ricetta! 😉
    per rispondere alla tua domanda, si: puoi cuocere direttamente nel “coppone”
    solo che io te lo sconsiglio perché lavarlo non è proprio la cosa più semplice: è pesante e potrebbe scivolarti dalle mani…
    Insomma… già è “rischioso” lavarlo di tanto in tanto quando necessario, se lo usi per cucinarci direttamente sei costretta a lavarlo più spesso!
    Però, se hai un bel pollo o un piccolo tacchino da arrostire, perché no! 😉

  38. Evviva il mio forno microonde combinato..uso il micro da 35 anni..sono ancora sanissima….
    Forno alogeno sob sob sigh…..dopo solo due mesi il cperchio di vetro è esploso mentre cucinava il pollo per il pranzo…attenta ragazze non avvicinatevi troppo…just in case.

  39. ciao CLE gazie del cosiglio,voglio provare a cuocerci il pane nel mio fornetto elogeno,sai me lo sono comprato con tanto entusiasmo.poi ti faccio sapere come è venuto okei!…ciao

  40. eccomi…. ho fatto il pane nel mio fornetto alogeno e venuto buono,ma si è cotto solo il lato di sopra ,lo tagliato a metà e lo rimesso nel forno e ho cotto laltra metà …ottimo.. comunque consiglio il pane nel forno normale okei ciao CLe…

  41. Ciao Marinella
    come è scritto nel post ed è stato ripetuto varie volte nei commenti
    puoi usare qualsiasi tipo di teglia che si possa usare nel forno normale:
    acciaio, antiaderente, alluminio, silicone, vetro…
    Tutto!

    L’olio? certo! perché non dovresti poter usarlo?!

  42. Ciao Dona e grazie del commento.

    Provenendo il calore dal coperchio purtroppo la parte superiore tende a cuocere più velocemente, per cui convine coprire con un foglio di alluminio per metà cottura.
    Tuttavia essendo la torta di mele molto umida il rischio che non cuocia bene o non cuocia affatto in questa maniera è alto.

    Io per le torte uso solo e sempre il forno tradizionale, quello ventilato l’ho usato solo per i tortini al cioccolato con cuore morbido, perché è uno spreco acceneder il forno grande per uno o due tortini alla volta.

    Prova ad utilizzar delle teglie di ceramica che trattengono di più il calore rispetto a quelle di alluminio.
    anche cn il silicone ad esempio io mi sono trovata molto male per quel che riguarda il forno alogeno, resta troppo umidità sul fondo

  43. Anch’io da marzo ho il forno alogeno. Ho imparato ad usarlo per cuocere patate, polpette, lasagne. Non lo uso al 100%. Per torte e pizze non è indicato. Le patate vengono bene se aggiungo all’olio un filo di acqua. Asciuga molto in fretta. E’ simpatico ma quando l’ho acquistato pensavo fosse utilissimo!!!!! Poi non si trovano tante ricette in giro. 😀

  44. Ciao Andrealeila e grazie del commento e dei suggerimenti!
    In effetti anche io tendo a sconsigliarlo per i dolci. Gli unici per cui lo uso sono i tortini al cioccolato con cuore morbido! 😉
    A presto!

  45. Salve a ttti.sono molto incuriosita dal forno alogeno ventilato. Potrei avere qualche consiglio sull’aquisto, marche cercare,potenza minima ecc.ecc. Nn ho molta esperienza culinaria e mi sono servita sempre di un microonde combinato. Aspetto con impazienza ogni consiglio

  46. aiuto, mi si è fulminata la lampada alogena del mio forno cuocinella
    sapete dove e se è possibile cambiarla?
    io lo uso moltissimo e non so più farne a meno, per alcuni cibi è superbo, provate a cuocere delle costine di maiale o il classico roast beef all’inglese. per il pesce arrosto è necessario non togliere le squame, viene buonissimo

  47. @ Alessandra: mi spiace non so proprio come aiutarti! Cmq grazie delle indicazioni.

    @Monica: come spiego nel post io me lo ritrovo perché mi è stato regalato, per certi versi avrei trovato più utile un fornetto elettrico ventilato.
    Cmq magari gli altri lettori possono darti qualche consiglio.
    A presto.

  48. ciao a tutti! ho appena scoperto dell’esistenza del forno alogeno e sono incuriosita! io vivo in un appartamento in affitto che ha solo un forno a gas, avete presente i monoblocchi di una volta con 4fuochi e sotto il forno?? ecco!il problema è che non ha neanche i gradi ma i numeri e io non ci capisco nulla! le cose vengono o crude o bruciate e i dolci non lievitano!
    mi stavo chiedendo se l’acquisto di questo forno potrebbe essere una buona soluzione! anche perchè io sono da sola quindi come quantità sono ridotte ma punto alla qualità e alla riduzione di grassi! che dite?lo compro? grazie a tutti! 🙂

  49. Ciao Veronica, grazie del commento!
    Anche io vivevo in una casa con forno a gas senza termostato, senza lampadina e senza nulla di nulla! se non hai buona esperienza in effetti è molto difficile!!!
    il fornetto può esserti utile per cucinare, per i dolci, secondo la mia esperienza, un po’ meno.
    Magari puoi provare a comprare un fornetto elettrico piccolo termoventilato.
    Dipende molto dal tipo di utilizzo che intendi fare.
    A presto!

  50. Ciao a tutte! vorrei acquistare il forno alogeno ventilato e c’è scritto che frigge anche! voi avete già provato? funziona davvero anche per friggere? mi sembra una cosa strana ma chiedo a voi che mi sembra siate già esperte del settore! grazie mille a tutte! Helly

    1. Sinceramente non l’ho mai usato per questo scopo nè mi sembra idoneo.
      Ma magari gli altri potranno illuminarti!
      nel frattempo tu hai provato?!

  51. Ciao Clelia, credo che anche il tuo forno si alogeno: alogena è la lampada, poi la ventola distribuisce il calore all’interno (termoventilazione/convezione).
    Io negli anni ho cambiato vari microonde combinati che usavano il grill al quarzo (che credo essere appunto una lampada alogena) per simulare il forno a convezione, ma con risultati misti.
    Le patate, le torte e tante altre cose venivano molto bene, ma altre cose non proprio.

    Ho letto che Pina ha fatto il pane a pasta acida (come il mio) con un forno alogeno, quindi vorrei chiederle se può dirmi gentilmente:
    -a che temperatura?
    -preriscaldando o no?
    -il fondo fa la crosta o rimane molliccio? a me rimaneva sempre molle, come mollica
    -che livello di crescita c’era in cottura?
    A me il pane bruciava sempre sopra e rimaneva crudo sotto.

    Grazie mille per tutte le informazioni e complimenti per l’audacia!
    Nico

    1. Ciao Nico e grazie!
      spero riceverai risposta tempestiva da Pina!
      🙂
      cmq il mio non ha la lampada! quindi (ho scoperto dopo) non essere il “vero” fornetto alogeno ma un semlice fornetto di vetro termoventilato!!!

  52. Penso che questa pagina sia fantastica! Ho appena comperato un forno alogeno ventilato multifunzione e pensavo di trovarci dentro un ricettario. Disperata sono andata in internet ed ho trovato questa meravigliosa pagina web. Grazie di cuore. Non l’ho ancora provato ma non mi fa più paura. Avrei bisogno di un ricettario. Non mi piace perdere tempo per cucinare e vorrei fare cose semplici. Inoltre dovrei mettermi a dieta. Posso cucinarci la pasta? Per evitare di buttarlo quando diventa duro, uso pane precotto e lo porto a doratura in un fornetto, ma non viene granché. Posso cuocerlo nel forno alogeno?
    Grazie di tutto!!!
    Silvia

    1. Grazie mille Silvia, felice di esseri stata d’aiuto.
      La pasta io non l’ho mai cotta, ma puoi cuocere al vapore mettendo dell’acqua sul fondo e usando la griglia.
      Per far abbrustolire il pane raffermo èbuono!

  53. Salve,ho comperaro 18 mesi fa un forno alogeno cuocinella giò stile,si è rotto il termostato e non so dove trovare il ricambio,Potete aiutarmi?Grazie

  54. Ciao a tutti 🙂
    a casa non ho un forno tradizionale… ho solo un piccolo microonde con possibilità di usare un piatto crisp ma molte cose non posso farle :p

    Devo dire che ultimamente sta andando di moda questa cottura ad aria calda e cercando le friggitrici ad aria sono incappato anche in questo forno. Mi sta capitando di prenderne uno per circa 30 euro da un signore che lo aveva ricevuto per regalo ma non l’ha mai tirato fuori dalla scatola e se ne disfa.

    Secondo voi, vale ancora la pena ? è un modello che si chiama Turbo 3000, non ha la lampada alogena ma solo termoventilato fino a 250 gradi… almeno sulla carta. Purtroppo non ho possibilità di prendere un forno normale sia per i costi che per lo spazio.

    Ad esempio leggo che Cle non lo usa più… forse è passata al microonde combinato in modo totale :p

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...