Caro Diario

Non te l’avevo detto

E’ capitato a tutti e magari più di una volta: il nuovo partner del nostro amico o della nostra amica non ci va proprio a genio ed il dilemma è sempre quello, dirlo o non dirlo! Ferirlo o mentire? Metterla in guardia o lasciare che ognuno faccia le sue esperienze.

E’ quanto mai ovvio che il buon senso impone di non fermarsi alla prima impressione, con nessuno ed in nessun caso. Quindi il beneficio del dubbio anche nei confronti del neo-partner è obbligatorio, quanto meno per rispetto degli amici. Obbligatorio è anche il ricorso alla diplomazia e al tatto quando proprio non possiamo fare a meno di esprimere il nostro parere. Necessario tenere sempre a mente che non siamo Cupido e che non possiamo decidere di chi innamorarci noi in prima persona e meno che mai sindacare sulla giustezza delle scelte sentimentali dei nostri amici.

Ma quando le nostre antenne fiutano puzza di delusione… quando il problema non è una questione solo caratteriale, quando non si tratta solo di antipatia della persona che il nostro amico ha scelto… Quando lo sentiamo che alla fine della strada un calcio nei denti attende il nostro amico o la nostra amica. Che fare? Parlare, tacere o mentire?
Escludiamo l’ipotesi della “domanda diretta”, dove sono necessarie sincerità e diplomazia. Che fare?

Mentire non riesco quindi l’alternativa si restringe a due opzioni: parlare o tacere?

Se a me dicessero che il mio Amore non è simpatico, non è un granché, che non è la persona adatta a me… io continuerei per la mia strada rimanendogli accanto e credo così farebbero tutte le persone dotate di una dose di spina dorsale sufficiente a prendere decisioni mature e consapevoli anche contro il parere altrui. L’unico risultato prevedibile sarebbe creare gelo ed imbarazzo:il nostro amico saprà sempre che a noi la sua nuova compagna non va molto a genio e magari il giorno del loro matrimonio non ci rimarrà che avvertire un po’ di amarezza per quel giudizio avventato lanciato anni prima e chiedere scusa.

Se, invece, non ne parliamo? Quando tutti i nostri cattivi e segreti presagi prenderanno forma e consistenza reale che accadrà? Ovvio non possiamo addebitarci nessuna colpa per non aver parlato (anche perché, come appena detto, probabilmente le cose avrebbero comunque seguito il loro corso) né accaparrarci il “merito” di aver azzeccato il pronostico, peggio con il ripugnante balletto “Te l’avevo detto”.

Se un nostro amico soffre in fin dei conti a che serve che ci dica “Avevi ragione tu!”. A nulla. Forse solo ad aumentare l’amarezza.

Tacere. Forse è meglio tacere. Forse l’unico caso in cui è meglio sputare il rospo, e con le dovute accortezze, è il tradimento appurato. Ma per il resto ognuno di noi ha il diritto di sperimentare, cadere, soffrire e rialzarsi. All’amico non tocca fare l’Oracolo, all’amico tocca fare da spalla e da sostegno. I pronostici e le scommesse lasciamole alla SiSal.

earlmooch6

Annunci

3 thoughts on “Non te l’avevo detto

  1. Anche io preferisco le eventuali critiche degli amici…anzi…le pretendo…quando si è coinvolti in una storia non si riesce ad essere obiettivi ma spesso si crede e si vede quello che non c’è!!
    Un vero amico deve invece far aprire gli occhi…o almeno provarci…certo è odioso poi sentirsi dire: “te l’avevo detto”!!!
    Ma a volte può salvare la vita…

  2. @ Stella
    Sarà che vuoi il mio parere ma te fai sempre di testa tua!!! 😛
    @ Luca
    Fondamentalmente anche io credo sia meglio parlare… ma molto dipende dalla persona che dovrebbe essere destinataria del nostro consiglio o punto di vista. Resta il fatto che non basta il punto di vista di un amico fidato a difenderci dalle delusioni amorose.

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...