Caro Diario

Il Natale quando arriva, arriva…

Il Natale lo vedo un po’ come una grossa lente di ingrandimento, un amplificatore, un microscopio, uno zoom sulla nostra vita, i desideri, i cattivi ricordi e quelli che si vorrebbero ancora costruire. Un enorme riflettore posto su quello che abbiamo e che abbiamo perso.

Ed è così per tutti, anche per chi al Natale non bada, non crede, per quelli che non fanno né albero né presepe, per quelli che non hanno soldi da spendere in regali e pensierini. Arriva e arriva anche per chi vorrebbe ignorarlo, perché tutto intorno c’è aria di festa, preparativi e l’aspettativa che in quel giorno, in quella settimana si sia tutti più buoni e più felici. Tutti: la vittima del crimine efferato, il carnefice; la famiglia distrutta e quella del Mulino Bianco. Tutti. Tutti pronti ad essere più sorridenti e benevoli, qualunque sia l’ombra che in quel momento o da sempre hai sopra di te. Tutti pronti con i nuovi propositi per l’anno nuovo, gli stessi dell’anno passato.

Quando arriva, arriva.

A volte Natale lo passi in un letto di ospedale o in compagnia di radiazioni che ti curano e distruggono allo stesso tempo. Il tuo cenone consiste in brodino senza pasta, e sorridi perché almeno non ti tocca mangiarla scotta! E sorridi ancora perché gli amici vengono a trovarti.
Io un Natale in ospedale l’ho passato, per una cosa seria ma rientrata (se rientrata può dirsi una cosa di cui ancora si ignorano le cause), ricordo che non mi venne l’idea di avvisare nessuno, non mi andava di dare “questo impiccio”, l’ho fatto solo dietro “suggerimento” di mia madre. Non avevo capito che non era un “dar fastidio” quella notizia, che il mio silenzio toglieva agli amici l’opportunità di starmi vicino. Non era un gesto eroico, ma una sgarbatezza! Star da soli non fa bene nemmeno agli eremiti, è innaturale e controproducente.

Il Natale quando arriva, arriva ed arriva puntuale ogni anno come un resoconto, un bilancio di chiusura, segna lo scorrere del tempo più del tuo compleanno… di quello qualcuno può dimenticarsi, puoi nasconderlo dal tuo profilo Facebook, ma il Natale… è un esattore delle tasse pignolo e puntuale. Non puoi sfuggirgli. Non ti resta che cedere, non ti resta che brindare, chiudere per un giorno in una stanza le scatole nere e abbracciare un po’ più forte le persone che ami.

122508

Advertisements

11 thoughts on “Il Natale quando arriva, arriva…

  1. Io invece non vorrei mai evitare il Natale..vorrei solo evitare che mi faccia ingrassare..ma puntualmente mi ritrovo con (almeno) 2 kg in più 😦

    Bellissimo post comunque 🙂

  2. Christmas is for everyone, the good, the not so good, the rich and the poor, the black and the white. For children from 0 to 100.
    FOR BELIEVERS AND NON. FOR THE FAT AND THE THIN…NEED I GO ON???
    MERRY CHRISTMAS …

  3. Io non avrei niente contro il Natale….
    Temo solo due cose…
    Il fatto di dovermi trasferire da mia suocera a 500 km da Roma.
    E il rischio di metter su kili.

    Vabbè posso sopravvivere ad entrambe le tragedie… 🙂

    L’esattore non è poi cos’ esigente….

  4. Beh come darti torto.
    Ho scoperto che guardando pochissimo la TV e non girando per grandi magazzini va molto meglio.
    Cerco di passarlo con le eprsone a cui voglio bene, facendo il minor chiasso possibile…e poi anche questo passa…

  5. Bel post, Cle! Tutto vero, tutto condivisibile.
    Il fatto è che, come dici anche tu, pur non sentendolo (e ogni anno è sempre peggio) il Natale non puoi ignorarlo. Però, almeno per me, questo non sarà un Natale di sorrisi. Spero solo di evitare le lacrime.

    Buona domenica!

  6. O statisticamente il natale è più un peso che un momento di festa, oppure quelli per cui è momento di festa sono per la maggior parte in giro a far compere e non su WP! ahahaahahahaahah
    Spero passiate tutti delle settimane il più serene possibile, almeno per potervi godere qualche giorno di ferie e buon cibo.

  7. Buon Natale carissima CLE, ogni anno cose nuove. Il passato che fa parte del presente e del futuro. Tutti con la buona volontà di essere più buoni, tolleranti, altruisti, sorridere anche se sì ha voglia di piangere.
    Un abbraccio..RITA

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...