Caro Diario · The Puccis

Il partner garantito

Molto spesso (ed anche stamattina) mi sono chiesta come si senta una mia amica (recte: ex collega) quando mi vede in compagnia del mio Amour o legge sul mio profilo facebook che siamo ancora “Fidanzati Ufficialmente”. Mi chiedo se senta un piccolo crampetto alla bocca dello stomaco per quella richiesta di “garanzia” che tre anni or sono ebbe a farmi, di questo articolo peraltro usato e non più di primo pelo, per poterlo portare a casa sua.

Mi spiego meglio. Come i più attenti lettori del mio blog sapranno, il mio Amour ed io ci siamo conosciuti tre anni fa, poco prima di Natale, attraverso una chat e ci siamo incontrati la prima volta in circostanze a dir poco inquietanti… Già prima che io facessi l’incontro della mia vita, con un gruppo di colleghi (alcuni dei quali attualmente sinceri amici per mia fortuna) si decise di festeggiare il capodanno tutti insieme a casa di Iva, la suddetta ex-collega: eventuali partner senza ombra di dubbio ammessi e graditi. Ho dimenticato di dire che questo gruppo si era formato da circa due mesi, a malapena ricordavamo per bene nomi e cognomi gli uni degli altri.

Come ogni persona educata e corretta dopo che il mio Amour ed io eravamo già diventati una coppia, alzo il telefono e chiamo Iva per avere conferma del fatto che potessi prender parte “accompagnata” alla sua festa. Voglio dire: si trattava di casa sua, era liberissima di sindacare chi far entrare e chi no. Su questo non ci piove, ma avrei accettato meglio il rifiuto se non fosse stato corredato da bugie e giri di parole e soprattutto paragoni fuori luogo.

Per farla breve vi riporto parte della nostra telefonata:

Cle: Ciao Iva! come ti ho detto su Msn io e Puccio stiamo insiemeCuore rosso, avevi detto che potevamo venire accompagnati, è un problema se porto anche Puccio?Party

Iva: E ma sai Cle, vi conoscete da poco…

Cle: Se per te è un problema fa niente, comunque considera che è pure astemio, mangia pochissimo, se deve fare la pipì lo porto fuori…Cane

Iva: E’ che io non lo conosco…

Cle: Pensieroso …???…
Beh! non conosci nemmeno C. la fidanzata di R.

Iva: E ma per C. almeno garantisce R.

Cle: Basito 
E per Puccio garantisco io!

Iva: Non è la stessa cosa, R. e C. stanno insieme da più tempo!

Cle: si ma tu conosci ME e R. da due mesi, come fai a dire che il mio giudizio sulle persone sia meno affidabile di quello di R.???Annoiato
Va beh, Iva, lasciamo stare, è casa tua e decidi tu, noi ci organizziamo diversamente. Magari passiamo a fare gli auguri e basta. Posso farlo salire almeno per fare gli auguri o lo lascio in macchina?Cane

Iva: Poi vediamo.

Cle …???…Annoiato

Siccome sono una persona che tende comunque a trovare una giustificazione anche nei comportamenti più irragionevoli, pensai che forse Iva non aveva creduto alla storia del portafoglio smarrito (leggi necessariamente qui) e pensato che la chat in cui avessi incontrato Puccio fosse stata una chat di S&M Fetish Addicted. D’altronde, conoscendomi da poco poteva anche starci che non mi credesse… Solo che tempo dopo scoprii che aveva fatto storie anche per il fratello di una delle invitate… evidentemente conoscerlo da 25 anni non era sufficiente come garanzia. Al che non puoi che pensare: “Iva, ma vattene a fanzum!!!”

Comunque me lo chiedo spesso… chissà se ci ripensa, chissà se si senta stupida per quelle frasi.
A me spesso risuona nella testa la sua voce nasale che ripete: “Eh ma per C. almeno garantisce R.” e ogni volta che ci penso mi congratulo con me stessa di riuscire a fidarmi delle persone per quello che sono, e non per i pezzi di carta che possono esibire. Va a cagare, stronza!

uno per l'altra

30 thoughts on “Il partner garantito

  1. peccato sia una ‘ex’ collega, pensa che soddisfazione, oggi come oggi, poterle dire: ‘grazie Iva, ma Puccio è un po’ diffidente non ama andare a festeggiare a casa di sconosciuti … sai, com’è … e, purtroppo, io non posso garantire per te … in fondo, di te so solo che sei una grandissima strXXXa … per il resto, machitteconosce??!?!!’ … 😉

  2. Il caso del fratello è fantastico , vabbè , ma d’altronde lo sanno tutti che i legami di sangue contano poco quando uno ha bisogno di garanzie.

    Mamma mia , che persona! 😯

  3. Ma era una casa privata o il distaccamento di un’ambasciata?
    Io una così l’avrei mandata a caghèr alla prima obiezione senza tanti giri di parole.
    Garantire cosa? Di che aveva paura?
    Che le portavi in casa un terrorista, un topo d’appartamento che nel bel mezzo della festa tracciava la planimetria della casa o peggio una spia russa venuta dal freddo?
    Beh nel nome che si ritrova c’è già racchiuso il suo destino.
    Infatti anagrammando il suo nome ne esce una frase che dice tutto:
    IVA-VAI-VIA!
    Più esplicito di così. 😉

    Un abbraccissimoooooo!!!!

  4. Ma che ne so… Forse non le piaceva il fatto che invece che al Bar o tramite amici comuni ci fossimo conosciuti su Meetic (ebbene si, lo ammetto!!!)
    Cmq Iva è il “nome in codice”, ma l’anagramma ci sta tutto!!!

    @ Bet:
    grazie per la Ola! Non sono degna! ahaha

  5. Cara Cle, penso sempre che alla stronzaggine non ci sia limite e qs ne è la dimostrazione! Proprio ieri ho ascoltato la canzone TRUE COLORS di Cindy Lauper! E’ quello che cerco di fare ogni volta, ma mi convinco che probabilmente è tutto tempo sprecato! Sono fortunata ho degli amici veri e loro compensano tutto, sempre e cmq! ^__^

  6. Ciao Rose, benvenuta!
    Effettivamente come anche Crush (il film) insegna, tutti abbiamo un lato luminoso e un lato non solo oscuro, ma talvolta putrido.
    Però… a volte la sporcizia è davvero troppa!!!
    W i veri amici!
    A presto!

  7. Ciao Cle,
    è la prima volta che passo dal tuo blog e non ho potuto fare a meno di farmi i fatti tuoi leggendo questo post.
    Strana la reazione di questa Iva, sembra quasi che le facessero paura gli “stranieri” di sesso maschile…mah…
    tu almeno sei simpatica…oddio magari il tuo Amour non sarà contento di essere stato paragonato a un cagnolino :-p ehehe

  8. Ciao Giorgia, benvenuta!
    Mah… forse come dici tu è androfobia!! ahaha
    Cmq il mio amour caratterialmente è un po’ un cagnolino (in senso buono, eh!) ed io invece sono inesorabilmente la gatta un po’ stronza e un po’ coccolona! Se vedi il mio blog è disseminato di vignette dei Mutts (un cagnolino ed un gattino!) che trovo adorabili ma anche descrittive delle nostre essenze!
    Spero tornerai presto da queste parti!
    Sbaciucc!

  9. a leggere certe cose vien da riflettere molto. intanto sulla terribile maleducazione delle persone. ammesso che tu abbia delle perplessità circa un individuo che non conosci, se è in compagnia di una tua amica è evidente che quell’amicizia dovrebbe fare testo e quindi il problema di accettarlo o meno in casa non si dovrebbe neppure porre. misurare con il bilancino quanto tempo sei stata con lui è sconceratante. come se una persona matura dal punto di vista sociale e dell’accettabilità, più punti in una scala di valori di madame la comtesse, se la permanenza supera i due mesi e un giorno – cambia qualcosa? cambia la persona? se uno è ladro è ladro prima e dopo! a tre mesi sarebbe l’apoteosi! 😀
    hai fatto bene a scrollartela di torno, una persona così stitica nelle amicizie, vale solo consigliarle un buon lassativo! 🙂

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...