Leggendo il Giornale...

E’ vero che da anni l’aria a Taranto è irrespirabile. Passo nel porto di Taranto in attesa del pullman per Bari meno di dieci minuti al mese e mi sembra di respirare ruggine. Mi gira la testa. Non riesco ad immaginare come si faccia a viverci.

E’ vero che nei cieli di Taranto c’è il 50% della diossina presente in tutta Italia.

E’ vero che la percentuale di tumori cresce esponenzialmente di anno in anno.

E’ vero che per quanto mio fratello faccia un lavoro “da ufficio” lontano dalla zona industriale, non mi fa stare tranquilla che respiri 12h al gg quell’aria.

E’ vero che qualcosa va fatto, andava fatto da tempo.

Ma è anche vero che l’Ilva dà da mangiare alla metà delle famiglie nel tarantino. Mio padre ha lavorao per anni in una ditta satellite dell’Ilva che non è arrivata alla seconda generazione nonostante l’altissima spcializzazione degli impianti e degli operai, per malagestio degli eredi (parlo della Belleli) e so cosa significhi d’un tratto ritrovarsi con metà stipendio in casa, o peggio, senza.

Non so se esser felice che qualcosa forse sta cambiando nei cieli di Taranto o se avere paura di quello che tra poco ci aspetta. Non so cosa pensare. Non so se ho speranza.

Una città così bella, lasciata morire.

Speriamo bene.

6 thoughts on “

  1. Speriamo bene dai. Amo Taranto, ci sono cresciuto, e ho sempre sognato di vederla crescere nel turismo nella cultura, e nella vivibilità. Un pensiero di solidarietà va ai lavoratori che vivono un momento di disagio. ciao Maria, bel post😉

  2. Grazie Damiano.
    Ti giuro mi viene da piangere.
    Però hai ragione tu. Speriamo che sia l’inizio del miglioramento.
    L’abbiamo trascurata troppo la nostra città.
    Non dimenticherò mai la brutta sensazione che ho provato all’indomani del crack della gestione Di Bello… le vie illuminate solo dalle insegne dei negozi, buio totale per le strade dopo le 20:30, montagne di immondizia agli angoli delle strade.
    Orrore.
    Rabbia.
    Meritava la ghigliottina lei e tutta la sua Giunta.
    Taranto è bella e merita molto di più dai suoi cittadini e dai suoi amministratori.

  3. Adoro Taranto. Lì vivono e lavorano i miei affetti più cari. Due miei zii, entrambi dipendenti Italsider, sono morti di cancro in età ancora giovane. Spero che ci possa essere un futuro migliore. Spero che non tutto sia perduto. Per motivi di lavoro di mio padre ho cambato più volte città, da quando sono nata. Taranto è stata il comun denominatore di tutta la mia vita. L’ho vista crescere, l’ho vista nel suo periodo peggiore, l’ho vista lottare per migliorarsi. Ho visto Cito impegnarsi per le strade, ho visto le strade buie e mia cugina farmi notare (a me, la cugina del nord, troppo avvezza ad altri standard) che in quella strada e nella tal altra finalmente era tornata la luce. Ho camminato sui marciapiedi resi inesistenti dal parcheggio selvaggio, ho visto cumuli d’immondizia trascinati dall’acquazzone estivo. Ho visto i miglioramenti degli ultimi anni e ho vissuto la sconfitta di vedere che chi sembrava essere “il nuovo corso” (la Di Bello) era molto peggio di chi l’aveva preceduta… Spero che i provvedimenti in corso non siano un modo di aggirare i problemi, ma l’espressione di una vera volontà di cambiamento. Spero che non si lasci morire un’economia, ma che si cominci a fare qualcosa perchè non siano le persone, a morire. Tarant nuestr merita molto di più. Un abbraccio, Cle.

  4. Sono lucana ma vivo molto vicina a Taranto. E mio padre ci lavora (Marina Militare). E’ una così bella città… è davvero davvero un peccato che abbia tutti questi problemi.. purtroppo c’è chi potrebbe risolverli e se ne strafrega.. dovremmo essere più combattivi…

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...