Caro Diario

Questa è l’età più bella… #maancheno

Devo dirlo, la mia JoZe torna sempre a casa dalla sua passeggiata con un nutrito bottino di complimenti: quanto è bella, quanto è curiosa, quanto è socievole, serena, sorridente, … Non ci si può lamentare.

Ma la frase che non sopporto proprio è “questa è l’età più bella”. Schiaffeggerei tutti quelli che la proferiscono, e di solito sono donne in là con gli anni. A parte che mi rifiuto categoricamente di pensare che la parte più bella di una esistenza (o del rapporto genitore-figlio) si esaurisca entro il primo anno. Ma che davvero? Ma vi ascoltate? Certo questa fase è un susseguirsi di tenerezza, scoperte, comunicazione non verbale e tante cose bellissime che accadono e passano nel giro di poche settimane. Non godersele appieno è un crimine. Viverle una volta sola sarebbe un vero peccato. Chi lo nega!

La cosa che mi rattrista è soffermarmi a pensare su quello che può portare la gente a dire una cosa del genere. Perché spesso la frase è coronata da profezie del tipo: “vedrai ora che…” E giù con le più disparate elencazioni di eventi che accadono nella normale vita di ogni individuo che guastano irrimediabilmente la bellezza delle età successive.

Cosa accade di così tremendo dopo? 

I dentini? È un periodo, passa!

Il fatto che il bambino di lì a poco acquisterà capacità motorie autonome e richiederà maggiore sforzo per chi deve badare alla sua incolumità? Ma io non vedo l’ora che mia figlia realizzi questo “passo”. Essere libera di dirigersi dove vuole con le sue gambe, senza cercare di farmelo capire a suon di calci e spintoni, tirate di capelli e gridolini. Lei lo desidera ardentemente ed io non potrei non volerla veder felice per avercela fatta. 

Le pappe? Ma dai!

Il parlare. Come per il camminare. JoZe gorgheggia, vocalizza, ascolta ogni tipo di conversazione con attenzione (preferisce l’ascolto alla tetta, ho detto tutto), come faccio a preferire uno stadio per lei di evidente limitazione ad uno in cui può esprimersi con un’efficacia ancora maggiore della sua forte espressività attuale? Non mi regalerà altrettanto stupore, tenerezza e gioia sentire quello che ha da dire e contraddire? Certo anche qualche colpo al cuore, ma fa parte del gioco.

La scuola? Le spese crescenti? Le porte sbattute in adolescenza? I litigi? Tutto quello che normalmente la vita comporta? 

Questo è quello che rende questa l’età più bella? Lo stadio di bambolotto sia pure iperaccessoriato e con divertenti funzioni?  L’età più bella nel senso di momento in cui si hanno meno rogne? Mi sembra un concetto diverso. Mi sembra una prospettiva egoistica, limitata e sciocca.

L’altra frase a corredo è ancora peggiore e, per certi versi, macabra: “magari rimanessero piccoli per sempre”. Incommentabile. Spaventoso. Indesiderabile.

A mia figlia auguro il piacere e la gioia di vivere appieno tutte le sue età, ad ogni età ed al tempo giusto. Senza fretta e senza zavorre. Con tutto quello che c’è di buono per ognuna di esse. Le auguro di sentirsi ogni giorno nella sua età più bella. Quanto a me, faccio del mio meglio per tenerle la mano finché non sarà pronta per attraversare la strada da sola.

Advertisements

2 thoughts on “Questa è l’età più bella… #maancheno

  1. Carissima,
    Sono tante le frasi che vengono ripetute senza realmente pensarle.Non esiste l’età più bella, come hai già sottolineato. La frase molto comune è a chi assomiglia e le varie discussioni che sì accendono fra famigliari, occhi come la bisnonna, sguardo birbo come il nonno, la lista è infinita. Una che assolutamente odiavo era la domanda , a chi vuoi bene di più, alla mamma o al babbo,? alla nonna Elvira o la nonna Genoveffa,? come se un piccolo sa distinguere la differenza del bene. Questa è una cosa da adulti .Io ascoltavo, IN ONE EAR, OUT THE OTHER.
    Cara Cle, continuerò a seguire questo Baby Blog, mi riporta indietro di 49 anni, avventura con il mio primo, Franco, poi Adriano, e Claudia.
    Tu divertiti a fare la mamma, una mamma è per tutta la vita. From now on you are forever a MOTHER.

  2. Io invece penso, intensamente e con fondate ragioni, che L’ ETA’ PIU’ BELLA ESISTA … ed è quella che, ognuno/ognuna di noi ha lasciato indietro, quando, intorno ai 13, 14 anni, ci guardammo indietro e, con struggente rimpianto, riguardammo quella “pènombre que nous avons traversèe”, come struggentemente scrisse @Marcel Proust nella sua A LA RECHERCHE DU TEMPS PERDU ! Pur tuttavia, ognuno/ognuna di noi, di quell’ età dorata, conserva un frammento …… sii te stessa @Clem, tua figlia crescerà e inizierà il SUO viaggio, e Tu la vedrai partire con commozione, ma certa in te di averle dato tutto quello che potevi, il resto è sogno ! 😦

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...