Casi Umani

Per un pugno di selfie

Stamattina mi sono imbattuta in questo meme:

*Lo sapevi? Se hai comprato un biglietto aereo puoi imbarcarti sull’aereo senza postare online una foto avvisando tutti che stai per prendere un volo.

44394654_10158271876476840_1019983560896937984_n

Mi ha ricordato un episodio di qualche mese fa a cui ho assistito in aeroporto.

6:20 del mattino, Aeroporto di Bari. Mi dirigo verso il gate Alitalia per prendere il volo per Roma delle 6.30, appena aperto.

Mentre cammino sulla mia sinistra noto le hostess Rayanair intente a chiudere il gate del volo delle 6:15, sempre per Roma.
Controllo ancora una volta che il volo che ho prenotato sia Alitalia. Tutto ok, Alitalia! Riprendo a sonnecchiare mentre mi posiziono in fila. Per scupolo controllo ancora il numero del volo. Tutto ok!

Noto due donne in fila poco più avanti. A dire il vero catalizzano l’attenzione di tutti. Credo si tratti di zia e nipote. La ragazza più giovane è davvero molto bella, capelli lunghi, lisci, castano chiaro; è vestita comoda ma alla moda, trucco leggerisimo ed un bellissimo sorriso. La zia avrà una 50ina d’anni ma molto ben portati, bionda, indossa un abito largo e leggero con una fantasia dai colori caldi, un cappello a tesa ampia e gli occhialoni da diva. Forse è straniera o forse solo scimmiotta un accento esotico. Ad ogni modo si tratta evidentemente due turiste di passaggio a Bari in procinto di raggiungere la prossima destinazione della loro vacanzina in bassa stagione.

Sono le più felici ed eletrizzate delle persone in fila, composta per lo più da professionisti, e si può dire costituiscano l’unico intrattenimento di quei minuti d’attesa.
Scherzano e si scattano decine di selfie che la ragazza posta in tempo reale e di cui mostra il numero sempre crescente di like e commenti alla zia compiaciuta. Credo la ragazza abbia anche postato un video in diretta con l’aereo pronto alle sue spalle oltre il vetro, più tutte le altre foto e pose di ordinanza che il protocollo di Instagram evidentemente prevede per informare i propri followers che si sta per prendere un volo.

La fila avanza velocemente. Arriva il turno delle due turiste. Le vedo agitarsi, per cui drizzo le orecchie.

Sento la Hostess dire: “Signora, ha sbagliato Gate!”. Nascondo a fatica una risata dietro il mio foulard. Il dialogo continua: “Ma come? non è il volo per Roma?” – “Si, ma Alitalia, non Rayanair” – “E dove devo andare?” – La hostess fa loro segno di spostarsi per far scorrere la fila dicendo che non può aiutarle.

Dallo sgomento sul viso delle poverette capisco che il volo a cui erano destinate era quello delle 6.15, che hanno insesorabilmente perso… Se solo avessero prestato maggiore attenzione ai cartelloni piuttosto che allo scattarsi selfie, forse avrebbero risparmiato la figuraccia. Chissà se hanno informato con la medesima solerzia i loro followers dell’accaduto.

Mentre consegno il mio biglietto noto che le due poverette corrono a destra e a sinistra fermando tutti coloro che si aggirano in aeroporto, dalla guardia giurata allo spazzapavimenti chiedendo “La prego, mi aiuti! Dove devo andare?”

Per fortuna hanno ricevuto solo scrollate di spalle e non l’unica risposta possibile… “A fa…rsi meno selfieeeeeeeee”!

Insomma, tornando alla immagine di apertura, ricordatevi sempre che il titolo di viaggio è costituito dal vostro biglietto. Non dalla foto con l’aereo sullo sfondo. Serve solo quello.

🙂

Annunci

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...