crescita personale, Ricette per la Vita

Cosa sono e a cosa servono le Affermazioni

Almeno il 90% dei libri sulla crescita personale e/o cambiamento delle abitudini vi consiglierà di includere nelle vostre routine giornaliere la pratica delle affermazioni e probabilmente vi sentirete anche un po’ sciocchi le prime volte, decidendo, nel peggiore dei casi, di soprassedere su questo consiglio. Vi dico: non fatelo. Non le sottostimate! Provateci almeno!

E per aiutarvi ad adottare la giusta attitudine verso le affermazioni vorrei condividere con voi quale è il mio pensiero e la mia esperienza sul punto.

Ho cominciato ad usare le affermazioni dopo aver letto il libro The Miracle Morning. La meditazione (la prima delle pratiche consigliate) era già parte della mia routine più o meno giornaliera (ne parlerò in un altro post). Le affermazioni (la seconda pratica giornaliera consigliata in TMM) non le avevo mai praticate ma, ho capito ben presto che giocano un ruolo fondamentale per me per non lasciarmi ricadere in vecchi schemi comportamentali negativi e autodistruttivi, molto spesso dettati da meccanismi automatici quasi inconsci.

Long story short:

Tramite le affermazioni parlate a voi stessi come parlereste al vostro migliore amico.

Non solo: ripetendole ogni giorno, ricordate a voi stessi costantemente e quotidianamente le cose buone e giuste che avete bisogno di sentirvi dire per non cadere in vecchie abitudini.

Immaginate la scena: il vostro migliore amico viene da voi dicendovi “Sai, ho deciso che vorrei fare *****, lo sogno da una vita, ho messo dei soldi da parte per farlo e soltanto l’idea di provarci mi rende felice“.

Gli rispondereste mai con frasi del tipo “Di sicuro fallirai”, “Non ce la farai mai”, “Ma pensi che stanno ad aspettare te per questa cosa?”, … ed altre mille frasi distruttive e disfattiste.

Può darsi che l’idea del vostro amico possa apparirvi avventata, e magari potreste (dopo, in un secondo momento) chiedergli se “ha pensato al fattore x o y” o come sta pensando di gestire la questione “z” mentre dirige i suoi sforzi verso il nuovo sogno, aiutandolo ad elaborare meglio la strategia per raggiungere il suo sogno. Ma nell’immediato, immagino vi verrebbe di usare con lui con lui parole di incoraggiamento, di manifestargli il vostro appoggio (sempre che si tratti di un progetto lecito!).

Immaginate la stessa scena ma sostituite al vostro amico l’immagine riflessa di voi stessi nello specchio.

Cambia tutto, non è vero? Siete portati di primo acchito ad usare le frasi disfattiste che con il vostro amico non usereste mai.

Qui entrano in gioco le Affermazioni: vi consentono di eliminare tutte le frasi tossiche, le storie in background negative e distruttive che vi ripetete costantemente nella testa, che vi portano ad autosabotarvi ed agire nei vostri confronti come se foste voi stessi il vostro peggior nemico.

Ora domandatevi: Perché ai vostri amici dedicate parole di incoraggiamento e apprezzamento e a voi stessi, invece, frasi del tipo: “sono grassa/o”… “sono brutta/o”… “non ce la posso fare…”… “il mio/la mia partner mi lascerà di sicuro… “non avrò mai…” …

Perché non riservate a voi stessi la stessa gentilezza che naturalmente rivolgete persino agli estranei.

Assai spesso ripetiamo a noi stessi (e spesso anche a chi ci sta vicino, specie nei momenti di rabbia) delle frasi negative e distruttive che, a loro tempo, ci hanno detto, i nostri genitori, i nostri insegnanti, amici o persone la cui approvazione era importante per noi. Parole che inevitabilmente ci hanno ferito ad un livello profondo e radicato, che fatichiamo a distinguere da noi e a sradicare dal nostro essere, dai nostri gesti quotidiani.

I genitori più attenti alla comunicazione sanno bene che non bisognerebbe mai dire ai bambini frasi del tipo “Sei cattivo, sei monello, non sei capace a far niente, sei sempre così…., non sei mai cosà…., …”
Queste frasi si imprimono nella memoria del bambino e lo definiscono, lo condizionano nelle azioni quotidiane, presenti e future. I bambini si fidano dei loro genitori, per cui se i genitori dicono che non sono capaci a far nulla, che sono disordinati, che sono cattivi, allora vuol dire che è vero, che sono tali, e come tali cresceranno.
Per nostra fortuna, funziona anche il contrario: se noi incoraggiamo i bambini, diciamo loro che sono capaci, che sono bravi, che sono in grado di cavarsela, loro si comporteranno di conseguenza.

Tuttavia, quelle frasi distruttive, a prescindere da chi le abbia per primo inculcate nella nostra mente, finiamo con il ripetercele a livello conscio e inconscio ogni giorno, fino a che qualcuno finalmente non ci dice che possiamo sostituirle e riprogrammare il nostro codice. Come?

Tramite le affermazioni riprogrammiamo il nostro codice, i nostri automatismi, riscriviamo le nostre credenze, trasformandole da limitanti in potenzianti.

In altre parole, cambiamo la storia di sottofondo, ce ne liberiamo e la sostituiamo con qualcosa di nuovo. Smettiamo di dirci che siamo incapaci, e ci ricordiamo quali sono le nostre qualità, invece. Smettiamo di vedere ostacoli insormontabili, e ci diciamo che abbiamo mezzi e capacità per superarli…

Vi pare una cosa scema? Vi dico che è qualcosa la cui forza vi sorprenderà, forse spaventerà!

E siccome il lupo perde il pelo ma non il vizio, siccome è molto facile riprendere le vecchie abitudini di autosabotarci, di ributtarci nell’ombra, è importante che la pratica delle affermazioni, del parlare a noi stessi in maniera positiva, sia costante e quotidiana.

E’ importante che ricordiamo a noi stessi che siamo capaci di raggungere i nostri obiettivi, allo stesso modo in cui sappiamo che dobbiamo ricordare e mostrare alle persone care che le amiamo e teniamo a loro, ai loro sogni, e che li supportiamo in ogni loro scelta.

Siate gentili con voi stessi. Siate i vostri migliori amici. Usate le affermazioni!

Vi piacerebbe provare a usare le affermazioni ma non sapete quali affermazioni usare o come crare le vostre?

Magari di questo scriverò più in là. Intanto lascio sotto quelle a cui ricorro io “di default”, prese da un esercizio di meditazione disponibile su Insight Timer (anche se la mia APP preferita per meditare resta Headspace).
Provate a ripetere le 7 affermazioni che torvate sotto ogni mattina per una settimana, utilizzatele come “intenzioni” per la vostra giornata. Scoprirete che quando sarete sul punto di fare qualcosa che contraddice queste affermazioni esiterete, vi ricorderete del proposito espresso quella stessa mattina e, nel migliore dei casi, vi terrete fede.
Provateci: non vi costa nulla, un minuto al giorno, forse meno. Ma potreste guadagnarci tantissimo in felicità e appagamento! 🙂

Affermazioni del Mattino:

  1. Faccio dei piani ma resto flessibile e aperto alle soprese che la vita ha in serbo per me. Cerco di dire SI tutte le volte che è possibile;
  2. Coltivo le mie passioni e facendo ciò coltivo anche fiducia in me stesso;
  3. Acolgo l’opportunità di uscire dalla mia comfort-zone e di non essere guidato dalla paura;
  4. Mi amo in maniera incondizionata perché è essenziale per la mia felicità. Amo la persona che sono e non ho bisogno dell’approvazione degli altri per amarmi pienamente;
  5. Oggi berrò acqua, mangerò frutta e verdura, camminerò, farò le scale ed esercizio fisico. Tratterò il mio corpo con amore;
  6. Dono qualcosa ovunque vada, anche solo un sorriso, un complimento o la mia piena attenzione. Ascoltare è il più iportante dono che possa fare agli altri.
  7. Mi impegno ad essere impeccabile con le mie parole e a parlare solo per manifestare positività. E’ contro me stesso e la mia felicità usare parole negative verso me stesso o verso gli altri.

E voi? avete mai usato le Affermazioni? che cambiamento avete ottenuto nelle vostre vite? Le trovate utili o inutili. Ditemelo nei commenti! 🙂

Annunci

Un pensiero riguardo “Cosa sono e a cosa servono le Affermazioni”

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...