Organizzazione in Pillole

Lo sapevi che puoi mandare messaggi a te stesso via WhatsApp? [Organizzazione in Pillole]

WhatsApp, come tutti gli strumenti largamente utilizzati, è al contempo molto comodo ma soprattutto una iattura per l’uso improprio che se ne fa, sia sul piano personale che lavorativo.

Un utilizzo intelligente che secondo me si può fare di WhatsApp è di usarlo come propria InBox delle cose da fare (secondo il metodo GTD) quando siamo in giro o non abbiamo a disposizione la nostra agenda, mandando un messaggio (o una nota vocale) al proprio numero.

Non tutti sanno che si può mandare un WhatsApp al proprio numero (digitandolo manualmente se non prelevabile dalla rubrica).

Potete tenere/inviarvi lì idee per prossimi post di blog, la lista della spesa, dati ricorrenti che vi occorre ricordare (es. codice fiscale del coniuge, per favore non password sensibili in ogni caso)… ecc… ecc…

Magari qualcuno di voi dirà: lo faccio già con le email. Si, anche io lo facevo, ma con tutto quello che ormai ci arriva via email finisce sempre che le email autoinviate vengono spinte in fondo alle email in posta in arrivo da una miriade di altre email, molte indesiderate. Personalmente autoinviarmi una email sul mio account personale equivale a seppellire una informazione e ritrovarla casualmente quando … sto cercando altro! Quindi: per nulla utile. Invece, trovo molto comodo usare WhatsApp per messaggi e promemoria per me stessa.

E voi? Che mezzi di comunicazione/corrispondenza utilizzate con voi stessi?

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...