Klimt e la Secessione. La mostra a Palazzo Braschi a Roma ancora per qualche giorno

Prima della ripresa delle lezioni nel secondo semestre ho voluto fare una toccata e fuga a Roma per poter ammirare la mostra di Klimt e altri artisti della Secessione. Klimt è sa sempre uno dei miei artisti preferiti e non potevo lasciarmelo sfuggire. Queste raccolte itineranti sono una grande occasione per poter ammirare in un unico posto opere che altrimenti sarebbero sparse in più Musei, in più città e nazioni. Se non ne avete ancora avuto la possibilità, cercate di prenotare il vostro biglietto prima del 27 marzo, ultimo giorno della mostra.

Io sono tornata a casa con un nuovo, inaspettato, preferito: Ritratto di Signora (uno dei tanti con questo titolo, ma che onestamente non conoscevo). Meno conosciuto rispetta ad altri più famosi ma assolutamente, per me, magnetico. Sembrava venir fuori dalla cornice, sembrava una scultura a tutto tondo più che un quadro. In foto (nè la mia, nè quelle nei cataloghi) non rende l’idea, bisogna vederlo dal vivo. Ma già in foto si nota la maestria con cui il sommo ha riprodotto i brillanti del baraccialetto e dell’anello. Mi ha dato l’impressione che l’omomimo film, o il romanzo di James, siano stati ispirati da quest’opera, ma non ho trovato riferimenti. Se avete info più precise, condividetele pure!

ritratto-di-signora-klimt
braccialetto-ritratto-di-signora-klimt

E tu? Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...