At Home, Caro Diario

Nei panni di un albero!

albero nataleAlla fine l’albero di Natale lo abbiamo fatto anche noi. Primo Natale da conviventi… ci vuole, fa “casa”. E poi è una spesa che fai una volta e gli anni successivi si ricicla o si aggiunge qualcosina! Mi hanno sempre un po’ fatto sorridere, un po’ stupito quelli che si chiedevano “Quest’anno di che colore lo fai l’albero?!” Per me la risposta ad una domanda che non mi ero mai posta, perché superflua, mi suonava ad un certo punto pezzenterrima: “Co-co-come quello dell’anno scorso, perché? E comunque è di tanti colori – Anzi è già tanto che non l’ho incelofanato tutto fatto per trovarmelo già pronto...mi veniva da aggiungere!

L’albero di Natale che facevo a casa da mia madre (gatto permettendo), fino a qualche anno fa, prima che gli unici addobbi fossero un alberello di 40cm già tutto pronto e un babbo natale suonante ma senza batterie!!!, era un tuffo nei ricordi: tre serie di lucine, di cui una non funzionante ma tenuta per la sua straordinaria bellezza: aveva dei micro peluche avvinghiati alle minilucciole, delle specie di pantere rosa, verdi, gialle, morbidossissime, una cosa che solo negli anni ‘80 poteva essere commerciata. Poi palline rosse e dorate, di ogni dimensione, qualcuna decorata e molte ammaccate; campanelle, fiocchi, pigne azzurre e argento (tra le ultime acquistate), decori che recitavano “Buon Natale 1986”, retrò ma… carinissimi, boa luccicosi rossi, gialli, argento, fili…, Babbi natale di coccolato (duravano 3 ore)… Le uniche cose che sul mio albero non erano mai apparse erano collane e fiocchi. Per il resto di tutto e di più.

Ma stranamente solo stamattina, guardando il “mio primo albero” ho avuto contezza dell’infelice espressione “Come ti sei vestita? sembri un albero di Natale!!!”. Solo stamattina! Chissà perché? Forse perché è più alto dei miei passati, forse perché un po’ storto sembra quasi che stia lì lì per iniziare a camminare, forse perché “vestito” di soli due colori… Non so! Lo guardo e mi metto nei suoi panni, e cerco di sentirmi come lui si stente oggi e tutte quelle volte in cui donne vestite male gli vengono paragonate. Che colpa ci ha lui? Lui sta così, con i suoi rami a sostenere palle, fili, puntale… ma non se li è mica scelti lui, a lui bastavano le sue pigne. Povero albero! Se potesse si straccerebbe di dosso tutto, come i cagnolini costretti a indossare scarpette e cappottino, o i bambini vestiti da paggetto e pettinati con la “scriminatura” di lato.

Dai Albero, ancora tre settimane e tutto sarà finito! Però sei carino!!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci
At Home, Caro Diario, Suggerimenti e Consigli, The Puccis

Tra i due mali…

Ovvero: come manipolare la volontà del maschio (senza ricorrere a stratagemmi sessuali).

Il mio gentile coinquilino non gradisce molto il colore (e lo stile) del nostro piumino. Per non lasciarlo dormire avvolto da una insostenibile nuvoletta rosa gli ho proposto di andare da Ikea a scegliere un copripiumino più etero o per lo meno unisex!

Ha accettato.

Dopo nemmeno un’oretta (sono stata parecchio veloce a  fare il giro questa volta, arraffando roba qua e là senza troppo perdere tempo) lui già mostrava i soliti sintomi di insofferenza: a domanda rispondeva ondeggiando come un ubriaco implorando con gli occhi d’esser portato via all’istante.

Davanti all’espositore dei copripiumini disponibili ad un certo punto odo una frase che LUI mai si aspettava di proferire: “Va beh dai! teniamoci quello rosa!”.

Ecco fatto! Occhiolino

Mi sembra di riconoscere qualcuno di mia conoscenza!!!
At Home, Caro Diario, Rabbia, Religione

Non suonate, siamo atei!

Da quando mi sono trasferita a casa nuova, a parte la gente invitata, hanno suonato alla mia porta due categorie di persone: i promotori del comitato festa patronale e i testimoni di Geowa.

Questi ultimi i più insistenti.

Purtroppo adesivi scaccia TDG versione non credente non sono stati stampati e di mettermi un Gesù e una Madonna nei quali non credo sulla mia nuovissima porta di casa non mi va proprio.

Ma dico, care signore che venite insistentemente a bussare alla mia porta (perché sono sempre le stesse due) perché dovete costringermi ad essere maleducata? Perché non posso vivere in pace il mio ateismo? Perché dovete triturare i maroni a chi una scelta l’ha già fatta? Io capisco che la vostra religione vi chiede di fare questo per tutta la vita, ma dove sta scritto che io per tutta la vita devo essere molestata da voi?

Non bastano i messaggi alle tre di notte che devo ricevere come invito alle messe di una parrocchia che non frequento più da dieci anni e che non tornerò più a frequentare?

Non basta il disgusto che già provo di fronte alla ipocrisia ed incoerenza di tanta gente “credente e caritatevole”?MargeRabbia[1]

Io la mia scelta l’ho fatta. Io fede non l’ho mai avuta. Non voglio prendere in giro nessuno e non voglio essere maleducata con nessuno. Io non vado a casa di chi crede a farlo sentire un pusillanime solo perché le sue scelte e le sue motivazioni sono diverse dalle mie. Io ho i miei principi etici e sono una brava persona senza bisogno della minaccia dell’inferno. Non mi ritengo migliore di chi crede e non cerco di far cambiare idea a nessuno. Per favore, non suonate, sono atea convinta e se mai dovrò cambiare idea non sarà un opuscoletto che mi esorta a svegliarmi a darmi la scossa.

At Home, Sport, Suggerimenti e Consigli, Videogiochi e PC

Your Shape: un buon acquisto!

E’ da un po’ che voglio dedicare un post a Your Shape, l’unico “attrezzo” per l’allenamento in casa che sia riuscita ad utilizzare con costanza e risultato, anche perché girando tra blog e forum è molto difficile rinvenire testimonianze in italiano su esperienze di utilizzo! In questo post spiegherò bervemente in cosa consiste il “gioco”, invitandovi comunque a utilizzare l’area commenti per la descrizione della vostra esperienza con Eva per confrontarci insieme su quanto ci faccia penare la nostra istruttrice!!!

Your Shape è un “gioco” per console Wii. Niente a che vedere con Wii Fit in cui si utilizza la balance board e con il quale si possono fare solo esercizi statici. Your Shape si serve, infatti, di una telecamerina (venduta con il gioco) che posizionata sulla Tv, di fronte a voi, rileva e riconosce i vostri movimenti senza bisogno di controller, telecomandi, pedane o quant’altro. La Tv funzionarà come uno specchio e voi potrete in ogni momento verificare la correttezza dei movimenti! Se non vi correggete la trainer virtuale vi rimprovererà!!!

L’istruttrice virtuale si chiama Eva (dopo i primi dieci minuti di allenamento scoprirete che il nome è azzeccatissimo date le imprecazioni che invierete al suo indirizzo) e vi spronerà costantemente durante gli esercizi. Che tipo di esercizi si possono fare? Aerobica pura sia a corpo libero sia con la possibilità di utilizzare uno step e/o dei manubri e/o la palla da fitness. E’ possibile scegliere di dedicarsi allo Yoga o fare ginnastica dolce per il post-partum nonnché tornare in forma dopo le feste o prima dell’estate con esercizi di maggiore intensità.

Vi spiego un po’ come funziona. Al primo avvio dovrete creare un profilo in cui farete una breve “prova fisica” di due minuti per testare il vostro grado di allenamento al termine della quale la cam effettuerà la  “scansione” del corpo. Ora il consiglio è di fare questa operazione possibilmente senza nulla alle vostre spalle, al massimo un divano. Io sono riuscita ad ottenere una scansione veritiera solo in questo modo. Comunque anche se non riuscite a vedere riprodotta la forma del vostro corpo ma solo quella del perfettissimo modello di default, non ci sono assolutamente problemi per la buona riuscita del programma e degli esercizi!!! Prova fisica e scansione del corpo verranno ripetuti ogni 10 sessioni di allenamento e volta per volta deciderete su quale zona del corpo concentrarvi.

Fatta la prova fisica potrete accedere alle sessioni di allenamento vero e proprio oppure alle “sfide speciali”. Per l’allenamento Eva programma per voi un calendario indicativo (che potete modificare) in cui pianifica la durata degli esercizi e la parte del corpo che dovrete allenare. Le opzioni sono parte superiore, inferiore, braccia, glutei, addominali, spalle… fino all’opzione perdi peso. La durata minima è di 15 min., max 75min. Vi assicuro che anche quella di soli 15 minuti si farà “sentire”!!! Prima di cominciare Eva vi chiederà “come vi sentite” in modo da calibrare l’allenamento all’umore e alla forza del giorno!

Le sfide speciali invece sono: prova costume, in forma dopo le vacanze, post partum e yoga. Durano tutte 15 min (tranne yoga, 30 min.). Ci sono anche le “sfide extra” che possono essere sbloccate con una password che Eva vi fornirà quando avrete raggiunto un buono stato di allenamento (la pwd comunque è unica OYNNEJ): si tratta di esercizi di maggiore intensità rispetto agli esercizi del programma base.

Quanto all’esecuzione. Io ho provato YS sia in uno spazio ristretto (camera da letto) che in un salone ampio. La maggior parte degli esercizi riesce anche nello spazio di un metro e mezzo ma alcuni richiedono maggiore spazio (per lo meno per non farvi “riprendere” da Eva perché non state lavorando bene!!!), compresi quelli che è necessario fare a terra. Non è possibile eliminare alcuni esercizi dalla sequenza, se non riusciamo a farli correttamente purtroppo il nostro “voto” a fine sessione ne risentirà (e si! ad ogni sessione c’è il voto della maestra!!!) ma è anche vero che alcuni esercizi più faticosi possono essere “camuffati”e svolti in maniera semplificata!!!

Il costo: meno di 60€ (cam inclusa), ossia meno di un mese di palestra –compresa iscrizione! Certo è un acquisto che sicuramente conviene se si ha già la Wii e si riesce ad essere costanti, in caso contrario la Wii resta un regalo che possiamo fare alla “famiglia” ammortizzando la spesa di 200€ circa. Se decidete per l’acquisto di YS io consiglio di procurarvi dei manubri, uno step e un tappetino. Per i più esigenti anche la palla da fitness. La spesa totale non supererà le 90€ e in casa avrete tutto il necessario per allenarvi mezz’ora al giorno in totale libertà!

Vi lascio con la Demo in inglese.

Per chi di Your Shape fosse già esperto consiglio anche la lettura di questo divertentissimo post

Edit: 15 giugno 2010

Apprendo oggi dal Blog di Your Shape che uscirà in autunno la versione per X-Box (+ Kinect): Your Shape Fitness Evolved! Effettivamente me lo aspettavo e non vedo l’ora di provarlo! La scansione del corpo sembra essere moolto più precisa, rilevando l’effettiva altezza del corpo, la lunghezza delle braccia, delle gambe. L’esecuzione è controllata quasi alla perfezione (almeno questo sembra dai video) ed è possibile anche giocare in due. Tra le “innovazioni” annunciate  un corso di yoga, di arti marziali, la presenza di mini-giochi pensati per tutta la famiglia… Dopo gli esercizi, si dovrebbero poter ricevere anche degli specifici commenti su ogni movimento, grazie a un preciso sistema di tracciamento in tempo reale. Questo il video dellla presentazione ufficiale

At Home, Caro Diario, Suggerimenti e Consigli

Un amore di coinquilina

Tempo fa un amico mi fece notare che la popolazione di internet avrebbe potuto trarre dei buoni  insegnamenti non solo e non tanto dal racconto di eventi negativi da non imitare, ma anche dalla descrizione di episodi e modelli di comportamento positivi.

Probabilmente aveva ragione. Anche per questo ho pensato di scrivere questo post, destinato a tutte le persone che vivono o vivranno in condivisione, e dedicato alla migliore compagna di stanza che chiunque possa sperare di avere, la mia Stellina. Vivere in condivisione non è semplice, dividere la stanza con qualcuno che non si conosce ancora meno, ma la mia Stellina è stata davvero il non plus ultra ed anche ora che ho una casa tutta mia la terrei con me!

Di episodi nefasti ho già scritto in quest’altro post e non mi ripeterò. Mi limiterò a stilare un decalogo di semplici regolette che dovrebbero, se non farvi prendere il premio come migliore coinquilina, di certo far si che le vostre amiche abbiano il minor numero possibile di ricordi spiacevoli legati a voi.

1) Non spettegolare sulle altre abitanti della casa e non creare “fazioni”. Non si può piacere a tutti, ovvio, ma seminar zizzania è da villani. Non negare l’evidenza.

2) Cura la tua igiene personale e la pulizia degli spazi comuni.

3) Se imbratti la cucina dopo aver cucinato o preparato il caffè pulisci. Girati indietro dopo aver tirato lo sciacquone.

4) Rispondi al citofono anche quando non aspetti nessuno, non essere menefreghista.

5) Se qualcuna lava i tuoi piatti ringraziala! Specie se tu non sei solita ricambiare il favore.

6) Quando lavi i tuoi piatti, non ti costa nulla lavare anche la tazza della colazione della tua coinquilina. Non essere “stitica”.1237278852UW1re6[1]

7) Ricorda: il ripostiglio è una stanza della casa non una porta dimensionale dove la roba può ammassarsi all’infinito. Le cose o servono o si buttano via, non si lasciano ai posteri.

8 ) Comprati un bel paio di cuffie se ti piace tanto ascoltare la musica a tutto volume.

9) Raccogli i capelli dalla doccia.

10) Non fare finta di non vedere il sacchetto della spazzatura che trabocca.

At Home, Suggerimenti e Consigli

Idee regalo assolutamente disinteressate!

La vostra amica si è trasferita in una casa non arredata?

I vostri amici stanno andando a vivere insieme e volete fare un pensierino per la casa?

Volete fare un presente alla neo coppia di sposini? Ecco alcune idee di sicuro successo e utilità (gli oggetti sbarrati sono quelli in qualche modo “già pervenuti”):

  1. Una (o più) bella pianta da appartamento! (A me per es. ne serve una in bagno,  due in soggiorno…! Grazie Mariarosaria! ) cat_1129[1]
  2. Delle belle bottiglie di vino o liquori (io e il mio amore siamo astemi, ma proprio per questo il rischio è che gli ospiti restino a bocca asciutta!!!)
  3. Un cesto di frutta e prodotti gastronomici (yhum!!)
  4. Bicchierini da liquore (grazie fratello!) o un servizio di bicchieri per ospitare (non necessariamente di cristallo di Boemia!)
  5. Delle piantane, anche dalle forme insolite o delle abat-jour se conoscete lo stile della camera da letto. services_gift_card[1]
  6. Un servizio di piatti da tutti i giorni (grazie fratello-2 e papino!), non impegnativo ma allegro (lavabile in lavastoviglie!!!)
    6.bis: Piattini da dessert:
  7. Tazze/servizio da te o da caffè
    7.bis: un cofanetto di legno  (autoregalo) di te pregiati/assortiti
  8. Dei vasi portafiori o cmq da arredamento
  9. Dei fiori per il balcone (geranei ma anche piante aromatiche!)
  10. Una bistecchiera (non indispensabile ma è sempre un bel regalo!)
  11. Un barbecue compatto da balcone (non indispensabile ma è un bel regalo!) barbecue-a-carbonella-128050[1]
  12. Una valigetta “fai da te” con arnesi vari  (grazie papà) utilissima da tenere in casa!
  13. Una lampada da scrivania
  14. Un porta riviste da salotto
  15. L’impianto dolby per il lettore Dvd
  16. Un buono da Ikea o Leroy Merlin
  17. Presine, strofinacci e grembiuli per la cucina… anche le tendine!
    17-bis: tovaglie (grazie mamma!) ma solo se conoscete il tavolo presente in casa
  18. Un quadro (in sintonia con i gusti del ricevente!!!)
  19. Un tavolino per il salotto
  20. Una poltroncina da camera da letto.
  21. Un porta ombrelli carino, un attaccapanni, una specchiera… insomma l’ingresso è vuoto!
  22. Un forno a micronde multifunzione (grazie Frank!)
  23. christmas-gift[1]Una nonna papera  meglio se motorizzata ( grazie amore!)
  24. Una Macchina Del Pane (grazie suocera!) o per il sottovuoto.
  25. Accessori per la tavola/casa della Alessi come le linee Stanza dello scirocco, Ethno, Mediterraneo (grazie suocera!)