Organizzazione in Pillole

Lo sapevi che puoi mandare messaggi a te stesso via WhatsApp? [Organizzazione in Pillole]

WhatsApp, come tutti gli strumenti largamente utilizzati, è al contempo molto comodo ma soprattutto una iattura per l’uso improprio che se ne fa, sia sul piano personale che lavorativo.

Un utilizzo intelligente che secondo me si può fare di WhatsApp è di usarlo come propria InBox delle cose da fare (secondo il metodo GTD) quando siamo in giro o non abbiamo a disposizione la nostra agenda, mandando un messaggio (o una nota vocale) al proprio numero.

Non tutti sanno che si può mandare un WhatsApp al proprio numero (digitandolo manualmente se non prelevabile dalla rubrica).

Potete tenere/inviarvi lì idee per prossimi post di blog, la lista della spesa, dati ricorrenti che vi occorre ricordare (es. codice fiscale del coniuge, per favore non password sensibili in ogni caso)… ecc… ecc…

Magari qualcuno di voi dirà: lo faccio già con le email. Si, anche io lo facevo, ma con tutto quello che ormai ci arriva via email finisce sempre che le email autoinviate vengono spinte in fondo alle email in posta in arrivo da una miriade di altre email, molte indesiderate. Personalmente autoinviarmi una email sul mio account personale equivale a seppellire una informazione e ritrovarla casualmente quando … sto cercando altro! Quindi: per nulla utile. Invece, trovo molto comodo usare WhatsApp per messaggi e promemoria per me stessa.

E voi? Che mezzi di comunicazione/corrispondenza utilizzate con voi stessi?

agenda e planner, Organizzazione in Pillole

Lista spesa generale: file stampabile (personal size)

Dopo l’ultimo post riguardante la comodità delle liste della spesa generale da tenere nella propria agenda o portafoglio, molti di voi mi hanno chiesto informazioni sul template che avevo utilizzato.

In realtà è un file che ho creato io e sono felice di condividerlo con voi. Eccolo in formato personal, con le guide per tagliare i fogli e i fori. Naturalmente avete anche spazio per aggiungere articoli in più di vostro abituale uso/consumo.

Se siete interessati ad altri contenuti scaricabili/stampabili per la vostra agenda (A5, pocket o personal), fatemelo sapere nei commenti!

Organizzazione in Pillole

Organizzazione in pillole: l’utilissima lista generale della spesa

È in periodi di emergenza che possiamo renderci conto davvero quanto è utile essere organizzati.

Avere una lista generale della spesa in borsa o nella vostra agenda vi aiuta in molte occasioni: promemoria per spese periodiche “grosse”, aiutino per quando andate al supermercato senza una lista precisa, e fronteggiare l’emergenza scorte alimentari e beni di prima necessità ai tempi del corona virus.

Ho appena mandato il mio maritino al supermercato con il duplicato di questa lista.

Non prendetemi più in giro per le mie liste! XD

Ti piace il mio template? puoi scaricarlo gratuitamente e personalizzarlo.

Organizzazione in Pillole

Organizzazione in pillole: riordinare casa mentre giochi a nascondino con i bambini!

Siamo in piena emergenza Corona Virus, i bambini a casa anche la mattina rendono la vostra dimora un disastro totale. Se sono piccoli vogliono giocare con voi e devono scaricare l’energia… Ma voi vi guardate intorno e vi chiedete se non sia più facile traslocare invece di riordinare…

Cle ha la soluzione per voi! Testata e approvata.

Se i vostri figli hanno tra i 3 ed i 6 anni di sicuro adorano giocare a nascondino. Proponeteglielo come gioco e cercate di contare sempre voi (o più spesso del dovuto).

Contate lentamente fino a 20 o anche 30, ma non restate semplicemente in un angolo: restate in una stanza e riordinatela. Quando andate a cercare il vostro pargoli, portate con voi gli oggetti che appartengono ad altra stanza, i panni da lavare, ecc… Man mano vi spostate nelle altre stanze a “contare”.

Se il gioco si protrae, passate pure uno Swiffer in tutta casa.

Et voilà: casa riordinata, bimbi felici, genitori sereni!

Organizzazione in Pillole

Il risparmio flash #2: Five euro bill!

Vi sembra di essere già strettissimi con il vostro budget e non vi vengono in mente modi per risparmiare più di quanto non facciate già?

Ecco un trucchetto che vi consentirà di risparmiare delle belle sommette, soprattutto se siete abituati ad utilizzare il contante. Io l’ho appreso da The Financial Diet e Broke Millenial, le mie attuali guru su YouTube in fatto di risparmio, e lo applico costantemente con grandissimi vantaggi per le mie finanze!

Ogni volta che ricevete una banconota intera da 5€ come resto, mettetela via!

Consideratela una specie di “tassa” (5€ bill, appunto!).

Appena arrivate a casa, prelevate quella 5€ che avete ricevuto di resto e mettetela nel barattolino dei risparmi o in una busta separata dal resto. Vedrete che pian pianino racimolerete un bel gruzzoletto, anche se siete già attentissimi e risparmiate il più possibile.

Io personalmente uso “i proventi” della 5€Bill per fronteggiare la famigerata “ultima settimana del mese“. Nello specifico, io tendo ad utilizzare prevalentemente il bancomat, anche per pagamenti di piccolo importo. Da quando applico questo “trucchetto”, prelevo ad inizio mese circa metà del mio budget mensile (dopo i vari accantonamenti, a breve vi dirò meglio del mio sistema, più digitale che fisico) utilizzando il contante per le spese correnti, e accantonando le vaire 5 euro volta per votla! Anzi: faccio in modo di ricevere almeno 5€ di resto, giocando con gli spiccioli o lasciando sugli scaffali roba non strettamente necessaria! 😉

Non vi nascondo che in questo periodo il mio budget è molto ristretto per cui il cuscinetto che si crea di anche solo 20/25 € al mese fanno molto comodo in attesa del successivo accredito di stipendio!

Ma non solo. Potete anche destinare questa tassa ad un progetto più grande come una vacanza oppure l’acquisto di qualcosa che desideravate da tanto o semplicemente per risparmiare qualcosina in più.

Provatela da oggi e ditemi quanto avete accumulato a fine mese! 😉

 

 

agenda e planner, i documenti, Organizzazione in Pillole

Organizzazione in Pillole #4: color coding

Io non uso moltissimo il color coding, ma lo uso prevalentemente in due modi che vi consiglio caldamente:

Sul mio calendario da scrivania, per sapere con un colpo d’occhio se in un dato giorno è previsto qualcosa (es. compleanni, scadenze pagamenti, appuntamenti con clienti, appuntamenti medici…). I dettagli naturalmente finiscono nell’agenda giornaliera, ma come colpo d’occhio è un ottimo riepilogo/promemoria:

 

 

E sul bordi pagina del mio Bullet Journal, per poter avere una “scorciatoia visiva” del contenuto di alcune pagine che potrebbero essermi utili in futuro (come liste, citazioni, idee per progetti, ecc.)

 

 

In pratica, ho creato una legenda all’inizio del BuJo, assegnando ad ogni colore una categoria (come vedete non le ho ancora usate tutte). Poi nelle pagine in cui ci sono informazioni che mi serviranno in futuro, inserisco il bollino nella medesima posizione corrispondente al colore nella prima pagina.
In questa maniera tutti i bollini dello stesso colore/categoria sono allineati facilitandone l’individuazione mentre si scorrono le pagine. Non solo: è possibile che una pagina contenga informazioni che ricadono in più categorie: in questo caso ogni bollino non andrà a sovrapporsi agli altri.

* * *

I bollini colorati che vedete in foto io li trovo facilmente nel negozio di cineserie sotto casa, 6 fogli di bollini in 9 colori a meno di un euro! Ce ne sono di vari tipi e misure, io preferisco questi piccolini, in modo che sul mio calendario, eventualmente, posa metterne più di uno in ogni casella senza difficoltà. Bonus: ci gioca pure mia figlia che adora gli stickers!

71z0stjv24l-_sy550_

E voi? come aiutate il vostro cervello a reperire le informazioni importanti? Fatecelo sapere nei commenti!