The Best of Cle

Basta leggere…

Uno dei miei mantra. Uno dei miei post preferiti. Dedicato agli uomini della mia vita: mio padre, mio marito, i miei fratelli! Buona lettura!

Messaggi in Bottiglia

Basta nel senso di “è sufficiente”. E’ un mantra che mi ripeto e ripeto agli altri da una vita. “Basta leggere!”. Le soluzioni al 90% dei nostri problemini quotidiani sono spesso sotto il nostro naso ma spesso le ignoriamo a costo anche di sonore figur ‘e merda! Dal cartello “tirare” davanti ad una porta che cerchiamo di aprire a colpi di spalla, al cartello “pavimento scivoloso” a cui potevamo buttare un occhio prima di finire schiena per terra, passando per le istruzioni su come usare i preservativi che alcuni geni non si premurano di sbirciare neppure al primo utilizzo.

In più ho scoperto che l’avversione al “libretto di istruzioni” o al “foglietto illustrativo” è una specie di allergia che colpisce in particolare il cromosoma Y.

Per lungo tempo ho infatti pensato che il non leggere le istruzioni fosse legato ad una certa svogliatezza nel leggere in generale. Nel microcosmo…

View original post 584 altre parole

Annunci
Auguri, Caro Diario, The Best of Cle

Abbiamo fatto trenta…

Il mio trentesimo compleanno è passato da 12 giorni ed ancora non gli ho dedicato due righe.

La verità è che oltre alle mille cose da fare non ho ben chiaro in testa come il post del mio trentesimo compleanno dovrebbe essere!

Dico subito che non mi è presa la depressiona da “ommiodiocihotrentannisonovecchiaedecrepita”! Sono sempre stata bene nei miei anni, qualsiasi sia stato il loro numero, non ho mai avuto nè fretta nè nostalgia.

Ma un bilancio inesorabile viene di farlo ad ogni candelina in più spenta, figuriamoci quando la cifra è tonda, quando a quell’età dieci/venti anni prima avevi collegato mete ed obiettivi da considerare già raggiunti: viaggi, figli, matrimonio, esperienze varie e fantasticherie adolescenziali.

Nove anni fa, mentre ero nel letto di un’ospedale in attesa di un intervento d’urgenza ho ripromesso a me stessa che non avrei lasciato più nulla “non detto” e che avrei smesso di sognare ad occhi aperti per vivere appieno la vita presente senza troppo pensare a quello che avrei potuto fare se mi fosse capitato/avessi incontrato/mi fossi trovata… ecc… Due promesse che ho mantenuto con rarissime eccezioni e che sono state due armi vincenti.

Se Marzullo mi chiedesse oggi se i sogni aiutano la vita o viceversa direi che i sogni spesso aiutano ad essere infelici, quando ci limitiamo a fantasticare senza muovere un passo verso quello che desideriamo, aspettando sul fiume che passi una barca fatta d’oro. Quello che aiuta la vita è viverla: nè il fantasticare, nè il rimandare, non la paura di prendere una decisione, non i sogni ad occhi aperti, non i desideri inespressi, non le bugie dette a noi stessi. Ciò che aiuta la vita è il pungolo che ti danno i desideri che non sono fini a se stessi, le cose che vuoi davvero, i traguardi che raggiungi che sono nuovi punti di partenza. Le piccole cose del quotidiano ed i mattoncini che uno sull’altro creano un grattacielo. Questo aiuta la vita, questo mi permette oggi di non essere spaventata dalla cifra tonda, dai capelli bianchi che aumentano e dal metabolismo che ha deciso di prendersi una lunga pausa.

Non ho fatto tutto quello che avevo immaginato di poter fare prima dei “trenta” ma non sono stata con le mani in mano! Mi dispiace ancora di non essere riuscita ad essere la leader di una rock band, questo si, ma è pur vero che non sarei stata credibile come tale: non bevo, non fumo, aborro le droghe… Oltre il coro parrocchiale, in effetti, non potevo sperare di andare!

Volevo fare una lista di cose che ho/non ho più/non ho avuto ancora/ho riscoperto, ma non ce n’è bisogno: ho tutto quello che avrei dovuto avere e che mi sono guadagnata. Tutto quello che mi hanno dato ed insegnato i miei genitori, la stima delle persone che ho incontrato, anche solo nel virtuale. Non mi manca niente per essere “quella_parola_che_comincia_per_f_e_che_non_scrivo_per_scaramanzia”. Magari avrei potuto avere qualcosa di più, ma non per questo mi sento meno fortunata!

E allora tanti auguri, ancora, a me! E un abbraccio a voi! 🙂

cle1.jpg

The Best of Cle

Anche se pubblicato nel mio blog di cucina, questo post credo rientri perfettamente nei miei Greatest Hits!
Buona domenica, amici.

Ma che Bontà

Ho varie ricette in attesa di essere postate, chi mi segue anche su facebook sa che sono in arrivo golosità come i tiramisù da passeggio, la torta rovesciata all’ananas, il calzone alle cipolle… Avevo anche un’altra bella ricetta senza uova e senza lattosio da proporvi anche per concludere il contest, che vi ricordo scade domani, lunedì 5 marzo alle 23:59.

Ma è proprio preparando una “vecchia” ricetta senza uova che mi è venuto in mente quello che voglio scrivere oggi, quello che voglio condividere con voi. Perché credo che sia ormai chiaro a tutto che per me il far da mangiare è più di una passione, è una parte di me e della mia storia che viene fuori. Cucinare per me non è un hobby o una passione scoperta guardando dei programmi TV. Io sono cresciuta educata all’idea che una brava donna DEVE saper stare ai fornelli e…

View original post 536 altre parole

The Best of Cle

Il diritto secondo mio fratello!

Ultimo giorno di agosto, da domani si respirerà di nuovo aria di scuola!
Per la verità, per respirarla di nuovo io forse dovrò attendere il primo giorno di scuola materna dei miei futuri figli, però l’occasione è ghiotta per rispolverare un paio di vecchi post che con la scuola hanno a che fare.
Quello che vi ripropongo oggi parla di una delle persone di cui amo di più scrivere e parlare (oltre ad Amour): mio fratello. Enjoy!

Messaggi in Bottiglia

Mio fratello, la persona al cui pensiero i miei occhi si illuminano e il mio volto sorride, ha un solo neo nella sua carriera di figlio/fratello: non gli piace la scuola. Lui riesce ad essere promosso facendo meno del minimo indispesnsabile, semplicemente applicando in maniera empirica le leggi della relatività, statistica e probabilità. Capirete quello che ho appena detto da questo (usuale) scambio di battute nella nostra famiglia.
“Gianky, vedi di studiare se no ti bocciano quest’anno”
“Seeee! Per arrivare a bocciarmi ne devono bocciare 11 prima di me e mica
possono bocciare più di metà classe”.   😉

Ecco… questo è il metodo Gianky.
Ma l’aneddoto che voglio raccontarvi oggi risale a 4 anni fa, quando mio fratello era al primo anno delle superiori. Lo accompagnai, insieme a  mia madre ovviamente, ai colloqui. Dal suo professore di diritto mi sentii un verme: io iscritta a Giurisprudenza e mio fratello con un…

View original post 166 altre parole

The Best of Cle

Autorileggevo dei vecchi post, facendomi quattro grasse risate e pensando che dovrei seriamente impegnarmi di più per riprendere a nutrire come merita questo mio blog. Poi sono finita su questo post, che ridere non fa ma merita, secondo me, il suo bel posticino nella categoria “The Best of Cle”.
Un abbraccio a voi che lo leggerete o semplicemente passerete da qui e la promessa di riscrivere presto. Molto presto.

Messaggi in Bottiglia

Ma un genitore come si comporta davanti ad un figlio che ha commesso un reato?” è la classica domanda per la quale non c’è risposta certa e univoca se non un “Dipende”.

Dipende dal reato commesso, dal motivo, dalla propria storia e da quella della propria famiglia, dai valori che ognuno ha in cima alla propria scala (se l’apparire, la famiglia, il perdono, il rigore…)… Dipende.

Io sarei pronta a scommettere però che il 90% delle madri e dei padri sia pronto ad accogliere il proprio figlio ancora una volta. E non solo perché “Ogni scarrafone è bello a mamma sua”, e non solo perché non è colpa del proprio figlio. La maggior parte delle madri aprirebbe la porta anche se nel proprio cuore condannasse duramente il reato commesso, preparerebbe un piatto caldo, il letto, magari senza proferir parola e con gli occhi bassi per non scoppiare in…

View original post 172 altre parole

The Best of Cle

Chiusura di bilancio in 7 links!!!

In un certo qual modo con la categoria “The Best of Cle” (ed in tempi non sospetti!) avevo dato il via a qualcosa di molto simile al Seven Links Project,  che ormai, come una moderna catenadisantantonio (tutto attaccato!), spopola tra i blog!

Colgo con molto piacere l’invito della cara Lilla e ne approfitto per fare una specie di bilancio di questi quasi 4 anni di attività, e mi perdonerete se inserirò post già proposti (o magari mi ringrazierete, così avete meno roba da leggere!!!!).

Le regole sono molto semplici, indicare 7 post che rispondono ai requisiti sotto e indicare 7 poveri disgraziati blogger che dovranno fare altrettanto! No! non vi chiederò di controllare che non abbiano già aderito, ma sarebbe carino che questo fosse un modo per far “incrociare” tra loro persone che seguiamo e che non si seguono ancora! Occhiolino

Bene allora, pronti VIA! Anzi no, prima Mille Auguri di un felice 2012, esprimete taaaanti desideri ben dettagliati, mi raccomando! perché ii desideri hanno la cattiva abitudine di realizzarsi, ma spesso le “clausole lasciate in bianco” ci fanno dire “ma non lo volevo così!!!”. Esempio, se desiderate trovare lavoro, desiderate anche che sia almeno dignitosamente retribuito… chi ha orecchie per intendere…

Basta chiacchiere, veniamo ai Links (statistiche alla mano)!

  1. Il post il cui successo mi ha sorpreso:  e partiamo subito con le domande difficili eh?! Cmq direi che non mi aspettavo così grande feedback sul post dedicato al Forno alogeno!
  2. Il post più bello: Credo Il porto sicuro. E sappiate che era tra i prossimi a dover finire nel greatest hits.
  3. Il post più popolare: Senza dubbio, statistiche alla mano Sex & City: Frasi celebri.
  4. Il post che non ha avuto il successo che meritava: Secondo me anche questa è mafia, collegato ad un altro post di cui, se volete conoscere l’antefatto, posso darvi la PWD, basta chiedere! Occhiolino Quando sono arrabbiata do il meglio di me, credo lo sappiate, e quelle sole 19 visite non sono la giusta ricompensa per la bile che avevo dentro!
  5. Il post più controverso: Bah SICURAMENTE Inkheart! Cioè, roba da matti, leggetevi il post ed i commenti, spero quell’allucinato non torni più!!!!
  6. Il post più utile: Credo Una cucina Ikea- Parliamone! e presto darò alla luce quello sul Soggiorno Ikea, appena finisco di montare l’ultima arrivata, va!!!! (potrebbero volerci mesi!!!)
  7. Il post di cui vado più fiera: Questa ve la devo proprio dire voglio dire: so’ soddisfazioni!!! (naturalmente scherzo… non ne ho idea… magari potrebbe essere questo Epifania, perché è stato davvero come togliermi un chiummo (l’ennesimo) dallo stomaco!

E ora tocca  a voi 😈

(per quelli che non sono stati citati sappiate che ho un altro blog che aspetta di essere sevenlinkato!!!! bhuahahaahahahahah 😈 )