Caro Diario, Nostalgia

Quanti ricordi, i tuoi orecchini, Antonella!

Oggi guardando gli orecchini di Antonellina mi sono tornati in mente quei braccialetti/collanine fatte con un filo di cotone e tanti anellini colorati di zucchero… braccialetti di caramelle!

Quanti ne ho mangiati in barba alle più comuni norme igieniche: li vendevano lì in edicola, ammucchiati, ammassati, preda di polvere, esposti agli starnuti di chiunque, alle mani di ogni bambino… erano buoni però, forse proprio tutti quei germi ne esaltavano il gusto e l’aroma! Forse di più tossico tra le cose vendute in edicola c’era solo il crystalballCristal ball…

Non è possibile ignorare tutto quello che ha segnato l’infanzia di noi poveri ragazzi nati negli anni 80 e che degli 80’s ci siamo sorbiti il peggio del kitsch che si potesse offrire ai bambini!!!
Facciamone un breve elenco (che potrete ampliare):

  1. I frizzy lazzy: delle caramelline frizzanti vendute in bustine gialle, con un didosapore simile all’odierna red bull… me le portavo all’asilo… poi sono sparite dalla circolazione… Miau! Puro concentrato di zucchero e coloranti, un toccasana!
  2. i “Ciccipolenta” prototipi delle Dixie san carlo, ma più saporite, più “grezze”; li vendevano in bustine quadrate da 50 lire :,)
  3. Il DiDò! il DiDòòòòòòòòòòòòòòòò! con tutti gli accessori possibili e immaginabili… chissà quanti di noi ne hanno truciolonesmangiato un po’!
  4. il das… il das! Quanti lavoretti…
  5. i TRUCIOLONES! quelle palle di pelo di plastica che vibravano tutto il giorno con un minimo di impulso! Il loro destino era diventare del tutto spennacchiati!
  6. E poi… (ma siamo già negli anni 90′ ed è un altro capitolo) i CIUCCIOTTI dciuccia usare come ciondoli per orecchini, bracciali… … … Io ne avevo anche di giganti, ed uno appeso ad uno dei miei diari… Fiiico!
  7. Il Mulino dei Desideri…
  8. E poi… l’incubo di tutte le madri: Le mani viscide delle patatine con sorpresa. Ora già le patatine con sorpresa erano olio fritto con fotocopia di patata, viscide di per se, ste cavolo di mani con lazo allungabile, viscido… non so a casa vostra ma quelle mie e di mio fratello finivano sistematicamente sul soffitto! Una sera ebbi anche l’infelice idea di staccare una di quelle mulino_meravigliemani usando lo spazzolone per i pavimenti. Risultato? La mano spalmata su tutto il soffitto! E un sacco di mazzate da parte di mia madre!!!

Cercando le foto di tutte queste robine qui mi sono ricordata di una meraviglia del palato di quei mitici anni, che merita un vero e proprio tributo. Una merendina esageratamente buona e purtroppo sparita ormai dagli scaffali: Il Soldino (Mulino Bianco)!

Signori un applauso è d’obbligo!

Come dimenticarlo?
Per quel cioccolatino qualsiasi bambino avrebbe ucciso! Io personalmente, che sono una bambina cresciuta dalle suore che dice no alla violenza ma si al colesterolo, aprivo tutte le merendine in anteprima e trafugavo il tesoro cioccolatoso… mmmm Soldino! Eccezziunale veramente! Mi manca, quasi quanto le fieste alla mandorla aaaaaaaah (bava alla homer)!

soldino_mulino_bianco

Annunci
Le Mie Ricette

Pan di Stelle

Ingredienti

  • 500 g farina 00
  • 2 cucchiai di miele millefiori
  • 30 g cioccolato fondente fuso 
  • 30 g cacao
  • 1 uovo
  • 70 g burro
  • 90 g margarina
  • 300 g zucchero al velo
  • 40 g latte fresco
  • 20 g nocciole
  • lievito
  • un pizzico di sale

Procedimento

  1. Preparare l’impasto: frullare le nocciole con 3 cucchiai di zucchero fino ad ottenere un impasto cremoso.
  2. Lavorare la margarina con lo zucchero montando per bene. Aggiungere il composto di nocciole e zucchero, il tuorlo d’uovo (conservate l’albume) ed il resto degli ingredienti Lasciano per ultimi farina e lievito.
  3. Lavorate l’impasto lentamente sino a che sarà omogeneo. stendere la pasta in una sfiglia sottile alta 3 mm.  Tagliare i biscotti aiutandovi con un bicchiere.
  4. Preparare la glassa: montare a neve l’albume e 30 g. di zucchero al velo. Spennellare la glassa sui biscotti e spolverizzare con granelli di zucchero semolato.
  5. Cottura: 10-15 min. a 180°

Questi sono i meie… senza stelline!

Le Mie Ricette

Biscotti con farina di riso (Campagnole)

Ingredienti:campagnole

  • 500g farina 00
  • 40g farina di riso
  • 120g margarina
  • 30g burro t.a.
  • 220g zucchero
  • 160g latte fresco
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito

Procedimento:

  1. Sbattere la margarina con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice. Aggiungere il burro continuando a mescolare. Aggiungere l’uovo, il latte e un pizzico di sale. Da ultimo le farine e lievito.
  2. Lasciare riposare la frolla in frigo per 20/30 min. poi stendere la pasta inuna sfoglia di 7mm e ritagliare i biscotti con uno stampino. Disporli su una teglia imburrata (o foderata con carta da forno) . COTTURA: 20/25 min. a 180°

Apporto calorico: kcal 400 per 100g, (grassi tot. 13)

Le Mie Ricette

Biscotti al grano saraceno (Molinetti)

Ingredienti:

  • 500g farinamolinetti
  • 80g fiocchi d’avena macinati
  • 65g farina di grano saraceno
  • 140g margarina
  • 40g burro
  • 120g zucchero di canna
  • 90g zucchero
  • 1 uovo
  • 80g latte fresco
  • 1 bustina di lievito

Procedimento:

  1. Lavorare la margarina con i due zuccheri, quando avrete raggiunto un composto soffice aggiungete l’uovo, il burro ammorbidito e il latte.
  2. Unite le farine, i fiocchi d’avena macinati, il lievito e un pizzico di sale. Lavorate l’impasto finché sarà senza grumi.
  3. Stendete la pasta in uno strato di 7 mm, e ritagliate i biscotti. A piacere spolverizzate con zucchero di canna, poneteli in una teglia imburrata.

COTTURA: 180° x  20-25 min.

VARIANTE: Aggiungete se vi piace un pizzico di cannella all’impasto oppure allo zucchero di canna spolverizzato sulla superficie.

Apporto calorico: 387 kcal per 100g (grassi tot. 16g)