At Home, Le Mie Ricette, Suggerimenti e Consigli

Forno alogeno… Let’s try!

Mia suocera, con cui condivido la passione per la cucina, mi ha regalato un forno alogeno.

Si tratta di una coppa da 12 litri (utile per cucinare da una a max tre porzioni) in plexiglas con coperchio su cui è installato un termoconvettore alogeno.

Pare debba poter cuocere in modo più veloce: all’interno si sviluppa un vortice di aria calda che consente una cottura uniforme e veloce… Prima di provarlo ho fatto un giro su You tube alla ricerca di qualche video dimostrativo. In italiano si trovano solo video pubblicitari, quindi non realmente attendibili, mentre cercando in altre lingue ho trovato questo video molto interessante in cui si mostrano le funzioni di autopulitura e un esempio di cottura. Vedrete che grazie alle griglie in dotazione si può cuocere anche su due livelli contemporaneamente avendo magari cura di porre un foglio di carta stagnola sul livello superiore se vogliamo evitare una commistione di liquidi!

Altri video mostrano un’altra funzione molto utile: cuocere delle bistecche di carne congelata in poco più di un quarto d’ora: si inserisce a forno spento la carne congelata ed eventualmente qualche verdura di contorno, si accende il forno impostando 20 min. di cottura. Sulla carne si forma un’invitante crosticina e l’interno rimane succoso. Per arrostire un pollo intero con le patate serve circa un’ora e un quarto.

Altra nota: In tutti i video che ho visto i cibi vengono posti nel forno quando questo è ancora freddo, nel libretto di istruzioni e nelle ricette allegate si dice di preriscaldarlo. Forse è un’accortezza a cui dare seguito solo se si decide di cucinare degli impasti lievitati. Importante sapere che la lampada alogena si spegne e riaccende automaticamente durante la cottura per mantenere la temperatura costante, quindi se ad un certo momento vedete spegnersi il forno non spaventatevi!

In ogni caso, anche se decideste di preriscaldare il forno prima di inserire i cibi sappiate che i tempi per il raggiungimento della temepratura sono davvero brevi in confronto ad un forno tradizionale (200° li ragginge in 5 min d’orologio), mentre i tempi di cottura dei cibi restano pressocché invariati. Per cuocere per una o due persone o comunque riscaldare delle piccole porzioni è sicuramente più “economico” del forno tradizionale, ma sostanzialmente se si ha in casa un fornetto elettrico, magari ventilato o un microonde combinato, resta un elettrodomestico superfluo.

Un aspetto negativo riguarda gli odori: il forno alogeno/termoventilato non ha una chiusura ermetica e tutti gli odori invadono impunemente la cucina, molto più che con forni tradizionali o a microonde. Tuttavia può essere molto utile per cuocere fuori casa: una scampagnata alla villetta in campagna, un pic nic se si ha un generatore, studenti fuori sede, single… in questi casi può sicuramente avere un maggiore impiego che in una famiglia dove si spadella a tutte le ore!!!

Quanto alla superficie di appoggio potete usarlo in tutta tranquillità, il supporto cu cui poggiare il coppone è sufficiente per proteggere qualsiasi superficie. Io le prime volte lo tenevo sul pavimento, ma dopo aver constatato che la zona circostante (e sopratutto il piano d’appoggio) non si riscaldano in maniera eccessiva, lo tengo tranquillamente sul top in laminato della mia cucina.

Nella Pagina FAQ, sotto la domanda “E’ possibile cuocere dolci con il forno alogeno” ho inserito le foto di una tortina cotta (per prova) nel fornetto: la risposta è ovviamente Si! Nè la ventilazione proveniente dall’alto impedisce la lievitazione. Ho anche cotto dei soufflè al cioccolato (quelli con il cuore morbido) sono cresciuti anche senza lievito. Quindi tutto assolutamente ok!

 In questo Post  ho inserito il ricettario allegato al mio fornetto e altre ricette via via segnalate dai visitatori.

Annunci
Le Mie Ricette

Amaretti Morbidi

Amaretti_Cookie Ingredienti (per 4 persone):

  • 150 g mandorle dolci + 50 g mandorle amare
  • 300 g zucchero a velo
  • 10 bianchi d’uovo

Procedimento

  1. Macinate nel mixer lo zucchero con i due tipi di mandorle.
  2. Montate a neve i bianchi d’uovo ed unitevi la polvere che avete ottenuto prima.
  3. Fate delle palline con un cucchiaio; mettetele su di un foglio di carta da forno e passate al forno caldo per un quarto d’ora