Caro Diario, Niente di che, Sport

Buoni propositi: Vai con la FitBoxe!

Oggi ricomincio con la palestra. Si spera.

Per la verità dovevo cominciare ieri, ma ho deciso di cambiare disciplina. Farò Aero/Fit Box. Non so ancora bene la differenza tra le due, non so bene cosa mi faranno fare e se gli istruttori siano all’altezza. Quello che so è che sembra divertente, per lo meno più della GAG che al momento non mi serve granché a costo di non voler più entrare nei jeans causa l’aumento di volume dei muscoli delle cosce.

Allora circa la FitBoxe Google dice:

Aerobica + arti marziali + divertimento + autodifesa.
Fit box non è solo combattimento ma soprattutto attività fisica ad elevato contenuto aerobico.
Si tratta di una attività sportiva che unisce caratteristiche di equlibrio e ritmo con i passi e i colpi della box.
Si creano delle coreografie di gruppo su speciali sacchi da box con piedistallo che permettono di lavorare in assoluta sicurezza.
Basta una fascia elastica da mettere alle mani o speciali guantini e si è subito pronti ad iniziare.
Facile da imparare, divertente da eseguire, la fit-box vi permetterà di:
scaricare i nervi
svolgere attività aerobica
mantenere sotto controllo il peso
aumentare le capacità di autodifesa

Fonte: http://www.kinesispalestre.com/CorsoFitBox.asp

Sulla AeroBoxe invece si dice:

A ritmo di musica, la aerobox combina, in un mix divertente ed efficace, le tecniche dell’aerobica con quelle di alcune arti marziali.
Adatto a qualunque età è un workout completo, il suo fascino è determinato da un duplice risultato: su un piano prevalentemente fisico si guadagna in agilità, destrezza e velocità e si ha un buon consumo calorico che mantiene alto il metabolismo;
dal punto di vista psicologico, è un ottimo mezzo per scaricare le tensioni e lo stress, per migliorare la consapevolezza di sè e delle proprie potenzialità e l’autocontrollo.
La lezione, della durata di 60 minuti, è così suddivisa:
Fase 1: riscaldamento;
Fase 2: cardiovascolare;
Fase 3: finale COOL DOWN

Fonte: http://www.cuscosenza.it/index.php?option=com_content&view=article&id=179&Itemid=50

b8237d8b16dc35egMi sa tanto che non c’è differenza.

Mi sembra che FitBoxe ed AeroBoxe si equivalgano come discipline. Chiedo comunque lumi a chi passerà per questo Post! Intanto… che ne pensate dell’abbigliamento che ho scelto per l’occasione?  Ho esagerato? 😛

Annunci
Auguri, Caro Diario

E’ passato un anno

bbww_cake_mikerbaker

Caro Diario, Casi Umani

Problemi di Stomaco

Oggi vi voglio parlare del supplizio che mi aspetta nelle prossime settimane (spero non si tratti di mesi) se è vero, come credo, che il mio stomaco ed il mio sistema immunitario hanno ripreso a fare i capricci. Il post è un po’ lungo ma a tratti divertente (come ogni caso umano in questo blog proposto) e contiene informazioni utili per chi soffre di alcuni dei disturbi che mi attanagliano!

Circa un anno e mezzo fa mi sono decisa a consultare qualche specialista per capire il motivo per cui ogni santo giorno dopo mangiato avevo un senso di fame, nel migliore dei casi, o in alternativa nausea a morire. Per un certo periodo anche un poco simpatico dolore al fegato, sempre dopo i pasti.

Da una prima anamnesi innanzi tutto è stata scartata l’ipotesi gravidanza e sopratutto capito e curato il motivo del dolore al fegato. La sottoscritta signorina ha tra le dotazioni di serie una buona dose di colesterolo a livelli sempre superiori al limite massimo, il che associato ad una bile piuttosto densa (probabilmente dovuta alla pillola, e qui altra storia clinica) porta al rischio di calcoli biliari. Allegriaaaa!
Il dolore che avvertivo era l’avviso che la mia cistifellea mi mandava per segnalarmi la presenza di sabbia nella bile (fangosa di suo) prossima a trasformarsi in qualche bel calcolo. La mia fortuna in questo caso credo sia stata la mia “cammellaggine”: bevo molto e spesso nella giornata: in questo modo la cistifellea poteva svuotarsi di continuo ed evitare pericolosi sedimenti. Pertanto per voi amici con problemi di colesterolo che volete evitare i calcoli il consiglio è: bevete, bevete, bevete (non alcoolici si intende!!!) e non fate digiuni! Stomaco vuoto significa immobilità della nostra amica cistifellea, quindi sedimento della fanghiglia, quindi calcoli!

Quindi il medico mi ha dato da seguire una dieta ipolipidemizzante. Mi ha detto di non mangiare cose fritte (che già evitavo causa nausea); evitare di mangiare la carne al sugo (che già evitavo come la morte causa nausea); evitare il burro (come sopra) evitare più di due caffè al giorno (io ne prendevo a malapena uno, sono passata al te); moderare l’alcool (non bevo) evitare il cioccolato… (eh… questo sarebbe stato un problema!). A conti fatti l’artefice del mio star male poteva solo essere il cioccolato… dato che il resto lo evitavo già… Ma non è finita certo qui con le restrizioni… Questo era per abbassare il colesterolo e far dimagrire il fegato (che era un po’ grassoccio), per lo stomaco e la sua grastrite mi toccava evitare altri cibi in teoria ammessi nella su detta dieta ipolidemizzante. Niente pomodori crudi, niente aceto, niente agrumi o frutta aspra (quindi ricca di vitamina C: ananas, kiwi,… … ), niente peperoncino, niente limone, niente caffè o cioccolato ( e lo sapevamo già).

Tuttavia il mio dubbio era la presenza di una qualche allergia alimentare… Così ho iniziato un ciclo (che io chiamerei calvario) di analisi per dipanare anche questa matassa. Perché ho parlato di calvario? perché per tutto il periodo necessario a monitorare la presenza nel mio sangue di molecole immunologicamente attive (più o meno tre mesi e non ricordo più quanti prelievi di sangue) ho dovuto seguire una ulteriore dieta (=ulteriori restrizioni alimentari da combinare a quelle di cui sopra) ancor più diabolica.
Vi ricopio il prospetto che mi hanno dato in ospedale (e il mio testuale commento di allora):

CIBI CATEGORICAMENTE VIETATI
Fragole
                     (e chi se ne frega)
Cioccolato                (nooooooooooooooo! – Mia madre: Marì tanto lo dovevi eliminare già-)
Frutta secca in guscio               (mmmm, mado il cioccolato…)
Kiwi                            (ok…era già previsto)
Tonno                         (azz..)
Lumache
Crostacei e frutti di mare
        (e che cazz…)
Cibi e bevande contenenti coloranti e conservanti         (praticamente tutto quello che c’è al supermercato, interessante!)

CIBI LA CUI ASSUNZIONE DEVE ESSERE LIMITATA (SOLO PICCOLE QUANTITA’ E  M A I CONTEMPORANEAMENTE)
Pomodori (molto limitati)
                        (aridaje)
Fegato                                                                  (uff…)
Funghi (motlo limitati)                             (e che caaazzz)
Formasggi fermentati (parmigiano, pecorino; consentiti formaggi freschi)     (quindi pasta con poco pomodoro o in alternativa poco grana… interessante)
Spinaci                                                               (alemeno… la verdura cotta mi da nausea)
Legumi                                                             (nooooooooooooooooooooooooo, e che mi mangio?)
Frutta esotica                                                (mmm anche le banane??? Uff…)   😥

Tirando le somme, alla luce di tutto, potevo mangiare: pane senza niente o pochissimo olio, pasta lessa con… pomodoro, tonno, legumi, funghi, formaggio… pasta con il cucchiaio o la forchetta, patate lesse e riso sempre con cucchiaio o forchetta, pollo… pesce… brodino… fette biscottate… marmellata ma fatta a casa…
Ok, mi sono detta… tanto è per un breve periodo, finché non finisco questo ciclo di analisi, poi torno ad un regime normale-controllato… (inanto perdevo 1 Kg a settimana)

Alla fine della fiera sapete cosa mi hanno detto i medici? Che dalle analisi del sangue il livello complessivo degli antigeni era effettivamente alto, c’era un’allergia, ma i valori specifici non ne mostravano alcuna in particolare (nemmeno per il lattosio che so solo io quanto mi fa penare).
“Allora, dottore, – ho chiesto- che devo fare?”
Dottore: “Niente, l’unica è tenere bassi i livelli immunologici. La dieta che ti abbiamo dato la devi seguire sempre”.
Io: “EEEEEEEEEEEEHHHHHHHHH????? Dottore…”
Dottore: “Tanto i pomodori non li puoi comunque mangiare per la gastrite”
Io: “Crudi… però cotti sulla pasta… Dottore ho mangiato pasta con cucchiaio o forchetta per tre mesi, se continuo così esco con i piedi da quest’ospedale e ci ritorno in barella”. Dottore (un po’ scocciato, lui!): “Signorina, che le dovo dire? Allora la segua solo nei periodo in cui il distrurbo si ripresenta”.

Ecco… bell’esperienza eh? Ho il sistema immunitario a pezzi in questo periodo e lo stomaco mi fa male anche se bevo l’acqua… tris di dieta ipolipidemizzante-ipoimmunologizzante-curagastrite sto arrivandoooo… 😥 😥 😥
E pensare che tutto sommato mangio in modo sano…

fatwonderwoman01

Caro Diario, Rabbia

A volte mi fai incazzare…

Ma incazzzzaaare… 👿WWvsSM78_800

Caro Diario, Nostalgia

Mi manchi…

supes41

Mi manchi…mi manchi…
posso far finta di star bene, ma mi manchi
ora capisco che vuol dire
averti accanto prima di dormire
mentre cammino a piedi nudi dentro l’anima

😥

In giro per il Web

Caro diario alimentare…

Oggi WW vi propone dei consigli per mantenersi in forma!

BBWW1

Piccola premessa: non sono fissata con la dieta, anzi il cibo è una delle mie passioni! Tuttavia tendo (oltre a comportarmi da fisarmonica come tutte le donne normali) ad avere il colesterolo alto e sopratutto la bile fangosa: non posso scialare per periodi troppo lunghi, il rischio è trovarmi dei simpaticissimi calcoli biliari a spasso nella cistifellea; non intendendo sacrificarmi oltremodo (non fumo, non mi mangio le unghie… una qualche fissazione orale dovrò pure concedermela!) l’unico sistema per tenere a bada la mia voracità è il conteggio delle calorie.

Direte voi: che stress! Si infatti, sopratutto quando i calcoli nel proprio diario alimentare bisogna farseli manualmente! Per come sono fatta io, però, tanto meglio lo stress della conta che un menù predefinito ed imposto dal quale non ci si può discostare, lo disattenderei sin dalla prima colazione!

Ebbene cari amici miei, ora ho anche eliminato questo stress matematico: ho finalmente trovato in rete il programma che fa per me.

miticoIl programma l’ho scaricato da questo sito, è leggerissimo ed è semplicissimo da usare. Contiene un vasto data-base con tantissimi alimenti divisi per categorie, per ognuno sono indicati calorie e quantità di proteine, carboidrati e grassi ma sopratutto il data-base si può modificare aggiungendo o modificando le voci riportando, eventualmente, le tabelle nutrizionali dei prodotti che abbiamo in casa o che utilizziamo più spesso.

Altra funzione molto, molto utile è la funzione “Ricette” che consente di calcolare facilmente le calorie anche delle preparazioni casalinghe, e non è poco! Alcuni libri di ricette (sopratutto quelli più moderni) riportano le informazioni nutrizionali ma come fare con le ricette della mamma o della nonna? Niente più calcoli approssimativi! Basta inserire gli ingredienti e il loro quantitativo (si può ovviamente annotare anche il procedimento) ed il gioco è fatto! Fico!

Ultima nota per chi pratica quella complicatissima dieta chiamata Zona (difficile riassumerla in poche righe, per info leggi qui). Il programma è per queste persone un toccasana, in quanto c’è una sezione che calcola il valore dei  “blocchi” (nella dieta Zona, infatti, più che le Kcal si calcolano i rapporti, le proprorzioni se vogliamo, tra proteine, grassi e carboidrati in modo tale che il tasso glicemico e la produzione di insulina rimangano a livelli sfavorevoli all’accumulo di grasso).

Insomma è da provare, vi fa anche l’applauso se non aumentate di peso! 🙂 E poi il manuale d’uso è sempre a portata di mano e facilmente consultabile. E’ fatto davvero bene, se non ne fossi stata più che soddisfatta non mi sarei mai sognata di aprire un tale post nel mio Blog, un post sulla dieta, addirittura! 😉